MotoGP Ducati, Tardozzi: “Irritante il comportamento di Yamaha”

MotoGP news – Dopo le difficoltà di questa stagione, Yamaha ha chiesto un cambio di regolamento per allentare i limiti alle evoluzioni tecniche nel corso della stagione. Il team manager Ducati Davide Tardozzi si è detto contrario alla proposta: “Provare a cambiare il regolamento quando si è in crisi, non mi sembra un comportamento appropriato ”

MotoGP Ducati, Tardozzi: “Irritante il comportamento di Yamaha”
Ducati vs Yamaha
Questa stagione per Yamaha non è stata delle migliori, la casa di Iwata non vince da oltre un anno: l'ultimo a calcare il gradino più altro del podio è stato il Dottore nel GP di Assen nel giugno del 2017. Finora i suoi piloti non sono quasi mai stati nel pacchetto dei primissimi e solo nello scorso Gran Premio di Tailandia Rossi e Vinales sono riusciti a stare davanti con lo spagnolo che ha centrato la terza posizione. Per questo qualche giorno prima del GP il managing director Lin Jarvis aveva chiesto un cambio nel regolamento che facilitasse il lavoro di evoluzione a Yamaha. Una richiesta che non è piaciuta ai rivali, tra i più duri nel rigettare la proposta il team manager Ducati Davide Tardozzi, che ai microfoni di Sky Sport ha sbottato: “Yamaha è abituata a vincere troppo, e quando poi non ci si riesce più, questo viene percepito come un disastro. Non credo sia il loro caso. Il regolamento vigente è stato creato per contenere i costi. Non credo che Yamaha sia così tanto in difficoltà, hanno piccoli problemi da risolvere e ci riusciranno grazie alla loro grande esperienza e ai loro piloti”. Secondo Tardozzi quindi non è necessario un cambiamento, ma i tecnici giapponesi riusciranno a trovare la soluzione solo lavorando duramente e ha continuato: “Devono credere maggiormente nelle loro forze e nel loro progetto. Provare a cambiare il regolamento quando si è in crisi, non mi sembra un comportamento appropriato per un team come Yamaha. A dire il vero è irritante che provino a cambiare le regole solo perché in questo momento si trovano in difficoltà”. 

NEWS MOTOGP