MotoGP, ad Aragon dominio Morbidelli. Classifica campionato

MotoGP – La seconda gara disputata sul circuito di Aragon ha visto Franco Morbidelli dominare la scena, dall'inizio alla fine, davanti alla coppia Suzuki Alex Rins e Joan Mir. Il maiorchino ha così consolidato la prima posizione in campionato, mentre Fabio Quartararo ha chiuso ottavo, dietro a Maverick Vinales, e Andrea Dovizioso è arrivato al traguardo solo tredicesimo

MotoGP, ad Aragon dominio Morbidelli. Classifica campionato
Mir sempre più leader
L’inno di Mameli è suonato ad Aragon, al termine di una gara straordinaria di Franco Morbidelli che ha condotto l’intera corsa senza mai sbagliare. L’italo-brasiliano ha portato la Yamaha M1 davanti a tutti, seguito per tutti i 23 giri da Alex Rins che però non è mai riuscito ad avvicinarsi per spodestarlo dalla vetta. Alle loro spalle ha tagliato il traguardo Joan Mir, il leader del campionato che ha così guadagnato punti in più sul suo primo inseguitore al titolo: Fabio Quartararo. Il francese, infatti, ha chiuso solo in ottava posizione, senza esser mai stato nelle posizioni che contano, e paga ora 14 punti di ritardo dal maiorchino. Si alza invece a 19 il distacco di Maverick Vinales da Mir, che ha ottenuto solo il settimo posto, correndo un po’ in difesa sulla pista aragonese. In quarta posizione nella classifica iridata troviamo ora lo stesso Morbidelli, che ha scavalcato Andrea Dovizioso ed è a 25 lunghezze. “Morbido” si è così aggiunto alla lotta iridata e a tre gare dalla fine tutto potrà essere ancora possibile. Si è allontanato (-28) invece il forlivese, che con la sua Ducati ha visto la bandiera a scacchi quando era solo tredicesimo, al termine di una gara nettamente in salita. Sempre più in difficoltà alla guida della sua Desmosedici GP20, “Dovi” ha quasi perso ogni speranza al titolo e archivia il doppio Gran Premio di Aragon con un totale di 12 punti. Tutto dipenderà ora da quello che succederà nelle due prossime gare a Valencia, in programma l'8 e il 15 novembre.
Guardate il calendario 2020 della top class e la classifica del campionato.

 



NEWS MOTOGP