MotoGP 2022, Alex Rins operato di sindrome compartimentale

MotoGP news – Le vacanze invernali di Alex Rins sono iniziate nella Clinica Ruber di Madrid, dove è stato operato di sindrome compartimentale al braccio destro. Il neo pilota del team LCR ha voluto risolvere questo problema, per ora potersi concentrare sulla riabilitazione e successivamente sull’allenamento

MotoGP 2022, Alex Rins operato di sindrome compartimentale

Operazione obbligatoria per Rins
Dopo aver vinto i due Gran Premi di Australia e Valencia, e aver partecipato alla 100 KM dei campioni con Jorge Martin, al Ranch di Valentino Rossi, Alex Rins è passato dalla sala operatoria per risolvere la sindrome compartimentale al braccio destro. A documentarlo è stato lui stesso sui social, dove ha condiviso una foto di lui con il braccio destro appeso al collo e la didascalia: “Piccola operazione oggi per essere al 100% il prossimo anno. Abbiamo un po’ di lavoro da fare. Grazie al Dottore Roger de Ona e alla sua squadra”. Il catalano ha optato per la Clinica Ruber di Madrid per farsi trattare e ora lo attende la riabilitazione.

Ora la concentrazione è sul recupero fisico
Successivamente il pilota ha condiviso nelle storie di Instagram la foto del suo braccio appena operato, mettendo in bella mostra la grande cicatrice rimasta alla fine dell’intervento. Un’immagine che fa impressione e che rivela cosa c’è dietro le quinte del motociclismo, uno sport certamente bello ma che riserva anche grosse difficoltà. Rins dovrà ora impegnarsi nella riabilitazione per poi preparare l’allenamento invernale invi sta del 2023, quando sarà alla guida della Honda del team LCR. Infatti lo spagnolo, che vive ad Andorra con la famiglia, ha dovuto accettare la decisione del ritiro della Suzuki con cui ha passato le sue ultime sei stagioni, e dal prossimo anno inizierà un nuovo capitolo nella sua carriera sportiva, dove sarà guidato dall’ex pilota ed esperto manager Lucio Cecchinello, in sella alla - per lui nuova - RC213V.

 



NEWS MOTOGP