MotoGP 2021, Razali: “Non avrei dovuto prendere Valentino Rossi”

MotoGP news – Il prossimo anno inizierà un nuovo capitolo per Razlan Razali nella top class, con il nuovo sponsor WITHU e parlando delle stagioni passate con il team Petronas ha svelato come sono andate le cose nella firma del contratto con il pesarese

MotoGP 2021, Razali: “Non avrei dovuto prendere Valentino Rossi”
La delusione
Dopo tre stagioni lo sponsor Petronas ha lasciato il Mondiale e in questi anni ha raccolto diverse soddisfazioni soprattutto nella top class con Fabio Quartararo prima e Franco Morbidelli poi. Il terzo anno, ovvero quello appena trascorso, ha visto Valentino Rossi con questi colori, ma le cose non sono andate come speravano le due parti e il Dottore ha optato per il ritiro a fine stagione. Fondamentalmente ciò che è mancato sono stati i risultati e Razlan Razali, il team manager, ha dovuto fare i conti sia con questo sia con la contrattazione con lo sponsor. Il malese, che il prossimo anno sarà a capo della stessa squadra privata Yamaha ma con lo sponsor WithU, ha raccontato: “Se potessi tornare indietro nel tempo, avrei deciso a giugno 2021 di accettare la prima nuova offerta contrattuale di Petronas. Ma volevo negoziare per più soldi. E ad essere onesti: non avrei dovuto prendere Valentino!

"Risultati pessimi"
Razali ha raccontato come sono andate le cose con il nove volte iridato: “C'era sempre il presupposto che non avremmo avuto altra scelta che firmare con Valentino nel 2021. Il presupposto era che fossimo sotto pressione dalla Yamaha. Ma no, non c'era nessuna pressione”. Dal suo punto di vista ha spiegato come sono andate le cose: “Ero scettico fino a quando Valentino non è salito sul terzo gradino del podio insieme a Fabio e Vinales nel secondo GP di Jerez a luglio 2020. Quando ero in piedi accanto ai tre piloti sul podio, ho pensato: 'Ok, forse questo ragazzo può farcela”. Nell'autunno 2020 poi Rossi è risultato positivo al Covid e il malese ricorda: “Dopo i risultati si sono rivelati pessimi. Ma a questo punto la decisione era già stata presa”. Insieme questo binomio ha ottenuto decisamente poco: tre top 10 e l’ottavo posto come miglior risultato nel GP di Austria, sotto la pioggia. Razali ha commentato: “Penso che su Valentino ci fosse tanta pressione. I giovani piloti sono molto più veloci. Valentino ha fatto registrare tempi migliori rispetto al passato, ma non era abbastanza. Voleva il successo, il suo cuore e la sua mente erano pronti per questo, ma il corpo non era d'accordo”.

 



PROSSIMO GP

Red Bull Ring 2022
ORARI
Venerdì 19 Agosto
FP109:55 - 10:40
FP214:10 - 14:55
Sabato 20 Agosto
FP309:55 - 10:40
FP413:30 - 14:00
Qualifiche14:10 - 14:50
Domenica 21 Agosto
Gara14:00

NEWS MOTOGP

  • Bagnaia vince il gran premio, Vinales è secondo per un soffio e nelle prime dieci posizioni ci sono sette moto italiane. Quartararo limita i danni nonostante la scelta sbagliata della gomma posteriore, ma se Borgo Panigale e Noale proseguiranno anche nei prossimi gran premi su questo livello di performance, per gli avversari sarà davvero dura
  • MotoGP news – È suonato l’Inno di Mameli sul circuito di Silverstone grazie ad una bellissima vittoria di Francesco Bagnaia, che è riuscito a imporsi su Maverick Vinales. Completa il podio Jack Miller e in quarta posizione ha chiuso Enea Bastianini, che ha vinto il duello su Jorge Martin. Ottavo Fabio Quartararo
  • MotoGP Gran Premio di Gran Bretagna – Il più veloce nell’ultima sessione prima della gara è stato Maverick Vinales, che con la sua Aprilia ha preceduto di ben due decimi il secondo classificato, Alex Rins. Terzo tempo per Joan Mir, segno che le Suzuki sono da tenere d'occhio, mentre la miglior Ducati è quella di Marco Bezzecchi davanti a Fabio Quartararo. Dodicesimo Francesco Bagnaia