MotoGP 2021 - Brutta caduta per Marquez, lo spagnolo in ospedale per controlli

Marc Marquez è stato protagonista oggi di una brutta caduta sulla pista dove nove mesi fa iniziò il suo calvario. Lo spagnolo al termine della FP3 è andato a sbattere contro gli air  fence nella curva 7. È rimasto a terra per alcuni istanti poi è rientrato nei box. Per controlli è stato traferito in ospedale

MotoGP 2021 - Brutta caduta per Marquez, lo spagnolo in ospedale per controlli
Jerez è una pista “maledetta” per Marc Marquez. Qui lo scorso anno era caduto riportando la frattura dell’omero destro che poi l’ha tenuto fuori per ben nove mesi. Oggi, al termine della terza sessione di prove libere su questo stesso circuito, è scivolato alla curva 7, una curva a sinistra che si percorre in genere a 150 km/h. Alla Honda dello spagnolo si è chiuso l’anteriore e la caduta è stata violenta, Marquez e la sua RC 213 hanno sbattuto forte contro gli air fence, fortunatamente moto e pilota hanno seguito traiettorie differenti.
Il fuoriclasse spagnolo è rimasto alcuni istanti a terra, poi si è rialzato ed è stato portato in scooter al paddock. Qui, guidando lui stesso lo scooter, è andato alla Clinica Mobile, seguito da Angel Charte, medico della MotoGP che poi ha spiegato “Marc è in buone condizioni. Ha alcune contusioni all’omero sinistro e alla cervicale. “Non ci sono fratture, abbiamo visto le lastre”, hanno sottolineato i medici che l’hanno valutato sul circuito.
In ogni caso Marquez e Honda hanno deciso di effettuare ulteriori controlli in un ospedale vicino. “Controlli per una distrazione cervicale”, specificano dalla Clinica Mobile, dove hanno ribadito che, dagli esami effettuati in circuito, sono escluse fratture.

Brutti ricordi
Il 19 luglio 2020 a Jerez incominciò l’incubo di Marquez. Era il primo GP della stagione e lo spagnolo, mentre lottava per il secondo posto dopo un’esaltante rimonta, cadde violentemente riportando la frattura all’omero destro. Fu operato a Barcellona del medico di fiducia dottor Mir, che inserì una placca nel braccio per stabilizzare le tre fratture. Marquez tentò di risalire in sella per il GP del 25 luglio (sempre a Jerez), ma fu costretto a dare forfait per il dolore. Da lì iniziò il calvario, prima la rottura della placca che gli era stata inserita e la sua sostituzione, poi il cambio di equipe medica, la nuova operazione, la scoperta dell’infezione ossea e il rientro lo scorso GP a Portimao dopo nove mesi.

 



NEWS MOTOGP