MotoGP 2020, Checa: “Marquez vincerebbe anche con Yamaha e Ducati”

MotoGP news – Carlos Checa, ex pilota MotoGP e Superbike, ha detto cosa si aspetta dal campionato di MotoGP 2020. Ha elogiato Marc Marquez e ha speso belle parole anche su Valentino Rossi: "Spero che continui a correre perché per il campionato è fondamentale

MotoGP 2020, Checa: “Marquez vincerebbe anche con Yamaha e Ducati”
"Ducati non sarà il rivale principale"
Il pilota da battere in MotoGP è “solo” uno, Marc Marquez, che a 27 anni conta già sei titoli iridati nella categoria regina, conquistati in sette anni, e otto titoli iridati contando anche quelli delle classi minori. A sottolineare le sue qualità anche Carlos Checa, ex pilota in MotoGP e Superbike, vincente nel 2011 con Ducati nelle derivate di serie, e oggi telecronista per DAZN in Spagna. Al giornale spagnolo “Mundo Deportivo” ha raccontato: “Marc è il miglior pilota e è il più completo che abbia visto in tutta la mia carriera. È una questione di DNA, ma Marc fa funzionare tutto. Con la Honda non è solo un discorso di anteriore. È anche la gomma Michelin, che si chiude davanti se si trascina in piega o in frenata. Per capirlo meglio: l’appoggio che si ha sulla ruota anteriore è inferiore a quello di un'altra moto. Honda e Michelin non sono mai state un'ottima combinazione e continuano a essere così. Ho provato molte Honda 500, la Superbike, la MotoGP 800cc, la MotoGP 1000cc ... e tutte avevano questo carattere”. Per Checa, il pilota di Cervera non ha rivali: “Marc potrebbe vincere con altre moto di altre marche sia con Yamaha sia con Ducati. Le altre moto, Suzuki, KTM e Aprilia hanno fatto un passo in avanti molto grande, ma può essere che a queste manchi ancora qualcosa, soprattutto a KTM e Aprilia, anche se hanno migliorato e quest’anno avremo un campionato combattuto”. Tra Ducati e Yamaha, Checa dà più credito alla seconda: “Non credo che Ducati sia la principale rivale di Marquez nel 2020 perché ha piloti che stanno già arrivando alla fine della loro carriera, sia Dovizioso sia Petrucci. Mi sorprenderebbe se Dovi fosse all’altezza di Marc. Mi spingerei a dire che Yamaha, con Viñales e Quartararo, saranno i rivali più diretti. Magari possano stare con loro anche Valentino e Morbidelli”. A proposito del Dottore ha aggiunto: “È stato un pilota incredibile, uno dei migliori della storia, ma non è nelle posizioni in cui a tutti piacerebbe vederlo. Vederlo lottare come ultima Yamaha non ha senso. Spero che continui a correre perché per il campionato è molto interessante ed è un ingrediente molto importante, ma a livello sportivo non capirei molto vederlo lottare per quelle posizioni."

 



NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – L’australiano attraverso i suoi profili social ha confermato di esser risultato positivo al Covid, non dovrebbe però mancare alla presentazione del team Ducati che è stata strategicamente spostata al 7 febbraio. Fortunatamente Miller sta bene, non ha sintomi e punta a esserci per i test di Sepang
  • MotoGP news – Come cambierà il Mondiale ora che Valentino Rossi ha definitivamente appeso il casco al chiodo? Secondo il team manager della casa giapponese, Alberto Puig, la sua assenza non si farà sentire, sono arrivate nuove generazioni che offriranno un grande spettacolo
  • MotoGP news – Il manager malese sta per affrontare una nuova sfida creando il suo secondo team nella categoria regina con il debuttante Darryn Binder e il veterano Andrea Dovizioso. Ecco quali sono le sue aspettative