Autodromo del Mugello

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2021

Il circuito in sintesi

Nome Autodromo del Mugello
Sede Scarperia (FI) - Italia
Edizioni disputate 30
Giri gara 23
Lunghezza circuito 5,200 Km
Numero curve 15
Lunghezza gara 120,6 km
Giro record 1’ 47” 639
Velocità massima 354,9 km/h
Detentore record Marc Marquez (2013)

 

Il circuito del Mugello, inaugurato nel 1974 è la sede storica del Gran Premio d'Italia, acquistato e ristrutturato da Ferrari nel 1988 è uno dei più spettacolari della MotoGP, conta quindici curve e il rettilineo più lungo del Motomondiale che permette alle MotoGP di raggiungere i 350 km/h. Tra le curve più severe la San Donato: offre staccate mozzafiato e spesso indimenticabili sorpassi: ci si arriva dal rettilineo a gas tutto aperto e in poco più di sei secondi si scende a circa 110 km/h con una decelerazione di 1,5 g, spettacolare anche la curva che porta al rettilineo, la Bucine, è in discesa e farla bene all’ultimo giro significa avere la vittoria in tasca. Il circuito difficile, molto tecnico e velocissimo, esalta le qualità del pilota, ma anche quelle del mezzo: serve tanto motore nel lunghissimo rettilineo e nei tratti in salita, ma anche la ciclistica deve essere perfettamente a punto per la varietà di curve da affrontare.

NEWS MOTOGP

  • Cinque puntate distribuite in duecento paesi racconteranno il calvario dell'otto volte campione del mondo spagnolo. Da qualche tempo a questa parte Marc ha capito che per diventare un campione popolare non conta solo vincere, ma anche lasciarsi conoscere dal pubblico

  • Il rookie della Yamaha ha pagato cara l'inesperienza, mentre Marc Marquez ha la media più alta di ko, considerando il numero di gare a cui ha partecipato. Il migliore tra tutti è Maverick Vinales, con sole due cadute, la pista più difficile Portimao

  • Le due società che hanno costruito e gestito il nuovo impianto che avrebbe dovuto ospitare il gp di Finlandia sono fallite e hanno diversi creditori in attesa. La pista era stata omologata dopo diversi rinvii e non era mai piaciuta ai piloti. India e Kazakistan subentreranno in calendario