PROVATA DA VOI

Kawasaki Versys 650 Tourer 2013

Provata da:
Valutazione: 
3.8
Versys 650 Tourer 2012 - Tanta sostanza
  • Comfort: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Posizione di guida: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Tenuta di strada: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Finiture: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Consumo: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Freni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Vano sottosella: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Sospensioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
Perché l'ho comprata o provata:
Volevo una moto pronta a tutto, economicamente non impegnativa, ma senza troppe rinunce... Versys Tourer è tutto questo e molto di più
Com'è
La moto si presenta ben rifinita, con plastiche di buona qualità, verniciature resistenti ed assemblaggi ben eseguiti. La dotazione tecnica comprende forcella rovesciata e regolabile, dischi sagomati, un monoammortizzatore laterale regolabile nel precarico, un bel forcellone asimmetrico in alluminio, leve freno e frizione regolabili ed in questa versione Tourer anche i paramani, un bel cupolino regolabile, presa 12v, e borse rigide. A questo prezzo è difficile chiedere di più... unico punto debole è la strumentazione, davvero essenziale, con contagiri analogico, un piccolo schermo digitale con tachimetro, doppio contakm parziale, una "barretta" per il livello carburante e poche spie di servizio. Niente temperatura del liquido refrigerante, indicatore marcia inserita, termometro ambientale, indicatore di consumo... insomma si poteva fare di meglio sotto questo aspetto.
Alla guida
In sella si nota subito una posizione di guida perfetta, con la sella alla giusta altezza (il sottoscritto, alto 177cm, poggia entrambi i piedi con sicurezza), braccia comodamente poggiate al manubrio, schiena dritta, e ginocchia moderatamente piegate. In città la moto è facile e maneggevole, grazie al peso ridotto ed al buon equilibrio, con un baricentro non troppo alto che aiuta anche nelle manovre da fermo; frizione tonica ma mai affaticante, cambio un po duretto... Sul misto di montagna la moto sorprende: ciclistica svelta, sospensioni toniche e motore sveglio, grazie anche alla rapportatura abbastanza corta, riprende con disinvoltura da 2500 giri e dai 4500 in su sfodera una bella verve. Gustosa. Nelle sgroppate autostradali va benissimo fino ai 130, con vibrazioni contenute, una buona protezione aerodinamica (in questa versione Tourer con cupolino regolabile) ed una riserva di potenza soddisfacente. Oltre i 140 le vibrazioni cominciano a farsi fastidiose ed il motore comincia a frullare oltre i 6500 giri, rendendo queste velocità poco gratificanti, e permettendo in definitiva di non rischiare la patente... se lo volete, la moto raggiunge i 190 km\h indicati... Capitolo consumi: senza troppe attenzioni, si riesce a rimanere sui 20 km\l.
La comprerei o ricomprerei?
Assolutamente si. Una vera tuttofare, molto efficacie, mai cheap a cui si fatica a trovare difetti... con una strumentazione più completa ed un miglior isolamento dalle vibrazioni (cmq mai eccessive), sarebbe davvero perfetta!
PROVE LETTORI CORRELATE
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
LE PROVE DEI LETTORI PIU' LETTE