PROVATA DA VOI

Honda CB 650 R CB 650 R Neo Sports Café 2019

Provata da:
Valutazione: 
4.1
Naked e non solo...
  • Comfort: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Posizione di guida: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Tenuta di strada: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Finiture: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Consumo: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Freni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Vano sottosella: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Sospensioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
Perché l'ho comprata o provata:
Cercavo una moto semplice per uso urbano e gite fuori porta a corto/medio raggio
Com'è
Molto bello lo stile retrò, con il faro rotondo a led e gli scarichi cromati in bella vista. Ho scelto la colorazione nero lucida perchè più elegante e sobria, in stile inglese. La moto dà un senso di robustezza e qualità, in perfetto stile Honda. Il cruscotto digitale è abbastanza completo di dati, controllo di trazione disinseribile, abs, temperatura acqua, livello carburante, consumo medio, km/l , trip 1/2 , marcia inserita, anche se la leggibilità potrebbe essere migliore. Previsti accessori, per uso turistico a corto/medio raggio. Consiglio un piccolo parabrezza after-market, magari scuro, tipo vintage, ed una coppia di borse laterali.
Alla guida
Comoda e maneggevole, grazie al manubrio largo e rialzato, e vibrazioni alle mani diminuite, rispetto ai semi-manubri della sorella CBR 650 R. La posizione di guida è un ottimo compromesso tra comodità e sportività, essendo il busto caricato leggermente in avanti, complici anche le pedane leggermente rialzate e arretrate. Frenata molto potente all'anteriore, più leggera al posteriore. L'avantreno è granitico, e le sospensioni si comportano egregiamente sia in città che sul misto, preferendo la rigidezza al confort comunque accettabile, e le curve sono disegnate senza aggiustamenti. Il motore di 95 fluidi cavalli, permette una guida rilassata sia in città, riprendendo da 2000 giri in sesta marcia, sia aprendo a manetta il gas con un allungo fino ai 12000 giri. La frizione molto morbida è assistita ed anti-saltellamento.Comoda e maneggevole, grazie al manubrio largo e rialzato, e vibrazioni alle mani diminuite, rispetto ai semi-manubri della sorella CBR 650 R. La posizione di guida è un ottimo compromesso tra comodità e sportività, essendo il busto caricato leggermente in avanti, complici anche le pedane leggermente rialzate e arretrate. Frenata molto potente all'anteriore, più leggera al posteriore. L'avantreno è granitico, e le sospensioni si comportano egregiamente sia in città che sul misto, preferendo la rigidezza al confort comunque accettabile, e le curve sono disegnate senza aggiustamenti. Il motore di 95 fluidi cavalli, permette una guida rilassata sia in città, riprendendo da 2000 giri in sesta marcia, sia aprendo a manetta il gas con un allungo fino ai 12000 giri, con una velocità massima di circa 230 km/h. sul tachimetro. La frizione molto morbida è assistita ed anti-saltellamento. I consumi molto buoni, si percorrono circa 22/23 km/l. La sella comoda anche per due, è alta circa 81 cm, ed il peso circa 200 kg., adatta quindi anche ai meno alti. Appena in sella dopo pochi metri ci si ritrova subito a proprio agio, come in tutte le Honda.
La comprerei o ricomprerei?
Sì, magari anche la versione CB 1000 per un eventuale up-grade.
PROVE LETTORI CORRELATE
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
LE PROVE DEI LETTORI PIU' LETTE