PROVATA DA VOI

Kawasaki Z800 2015

Provata da:
Valutazione: 
3.8
Kawasaki Z800
  • Comfort: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Posizione di guida: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Tenuta di strada: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Finiture: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Consumo: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Freni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Vano sottosella: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Sospensioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
Perché l'ho comprata o provata:
Dovevo sostituire una Aprilia RSV1000 R del 2006 con all'attivo 93000 km fatti fra strada e pista (a cui ci ho lasciato il cuore) con una moto "tuttofare" di aspetto gradevole e dalla bassissima manutenzione che poteva strizzare l'occhio ogni tanto per la pista, ma con un uso prevalentemente extraurbano/passi di montagna e magari non scomodissima per l'eventuale passeggero.
Com'è
La moto si presenta davvero accattivante con un estetica decisa e aggressiva. Diciamo che non ha mezze misure, o piace o non piace. Le finiture sono di buon livello e tutte le plastiche sono verniciate con cura e ben assemblate. Il motore è ben incastonato nel telaio e non si notano cavi o particolari assemblati alla rinfusa. Il cruscotto completamente digitale, anche se dal taglio strano è davvero bello e completo, peccato per l'assenza dell'indicatore di marcia inserito. Le uniche cose che stonano e rovinano l'estetica generale della moto, è la mancanza delle pinze radiali (che erano presenti sulla vecchia generazione della Z750R) e di un bel forcellone in alluminio mentre quello equipaggiato è uno d'acciaio a sezione rettangolare. Non bruttissimo, ma dato il prezzo della moto sarebbero dettagli che ne avrebbero arricchito il valore percepito. In complesso è una moto ben fatta, dall'aspetto solido ma dal peso davvero importante (230 kg con pieno) che si può limitare in parte comprando uno scarico aftermarket che oltre a darle un sound più incisivo agli alti regimi le fa perdere qualche chilo.
Alla guida
Appena saliti in sella si trova tutto al posto giusto. La moto non presenta mappe elettroniche per variare la potenza, nemmeno traction control o piattaforme inerziali. La moto è semplice e "grezza" diciamo "maschia" e per chi ha anni d'esperienza di guida su moto supersportive (e non solo), questa è una cosa gradita. La moto è davvero pesante, ma questo lo si nota nelle manovre da fermo. Appena ci si muove sembra di portare una moto agilissima, ben sostenuta da sospensioni tarate sul rigido, che ne limitano i movimenti nei curvoni veloci (ma questo dovuto anche ad un telaio molto rigido e migliorato in rapporto alla vecchia Z750R) e con una rapportatura davvero corta che ne esaltano le doti di accelerazioni. Personalmente il motore mi ha davvero conquistato per la bontà di funzionamento. Regolare e fluido ai bassi regimi e davvero corposo agli alti specialmente nella zona tra i 6000 giri fino all'intervento del limitatore posto verso i 12000 giri. Onestamente mi aspettavo più cattiveria da un 800 a quattro cilindri, ma devo ammettere che per un utilizzo stradale è davvero buono, anche se questo suo funzionamento regolare seppur piacevole, mi farebbe orientare a ritornare verso i "semimanubri" o acquistare modelli un po' più prestanti come la sorella maggiore Z1000. Il reparto freni è davvero buono e l'impianto Nissin offre sempre frenate sicure in ogni frangente, anche dopo una giornata intera di tornanti di montagna o di un turno in pista. Solo su fondi viscidi o chi la usa solo in città consiglio di acquistare la moto con ABS. Nel complesso è davvero facile da portare e la consiglio a chiunque, dal neofita all'utente esperto, anche se onestamente quest'ultimo (come il sottoscritto) vorrebbe qualcosina di più in termini di potenza massima.
La comprerei o ricomprerei?
Onestamente non la ricomprerei. L'ho acquistata perchè mi serviva un mezzo intelligente che sappia andare a passeggio, che abbia discrete prestazioni con bassi costi di gestione per un utilizzo a 360 gradi e che sappia resistere a chilometraggi molto alti. In questo la Z800 è davvero unica e incarna davvero bene il concetto di moto tutto fare. Però l'eccessiva facilità di guida che ti permette di scoprire i suoi limiti molto presto e il peso davvero alto (230 kg con pieno) fanno si che il mio futuro acquisto sia orientato su modelli più leggeri come la sua diretta rivale Triumph Street Triple o finanze permettendo verso le Maxi naked: Ducati Streetfighter, Aprilia Tuono V4 o BMW S1000R.
PROVE LETTORI CORRELATE
COMMENTI
Ritratto di DaveTheBrave
21 Settembre 2017 ore 13:37
Complimenti per la descrizione, ci si fa un'idea molto completa di questa moto. Concordo in pieno con le tue opinioni circa la componentistica ed il peso, anche se forse con dotazione più ricca e miglior rapporto peso/potenza avrebbe insidiato troppo da vicino la z1000, e questo sarebbe stato commercialmente sconveniente per Kawasaki. Un saluto V
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
LE PROVE DEI LETTORI PIU' LETTE