PROVATA DA VOI

Harley-Davidson Sportster 1987-2011 XLH 883 Sportster Hugger 1987-2011

Provata da:
Ritratto di surprise
inSella a Honda Africa Twin CRF 1000 L ABS 2016
Valutazione: 
3.4
 Harley-Davidson Sportster 1987-2011 XLH 883 Sportster Hugger 1987-2011
  • Comfort: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Posizione di guida: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Tenuta di strada: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Finiture: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Consumo: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Freni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Vano sottosella: 
    1
    Average: 1 (1 vote)
  • Sospensioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
Perché l'ho comprata o provata:
L'ho provata perché mi piaceva ed ero curioso di scoprire come va.
Com'è
Moto particolare in stile bobber con una grande ruota davanti come appunto si usava nel dopoguerra negli Stati Uniti e da lì il nome Forty Eight "48". Il modello prende la linea della piccola Harley-Davidson 125 S che fu prodotta nel 1948. La Forty Eight è bella davvero e le finiture sono ben curate. Avevo qualche dubbio sulla comodità visto che sono alto 1.90 m e peso 100 kg ma con grande soprpresa, grazie ai comandi avanzati, mi trovo veramente comodo. La moto è bella da guidare e sopratutto è di una manegevolezza impressionante. Il motore non ha molti cavalli (66) ma ha una gran coppia ai bassi regimi. Il motore spinge forte e da subito. E' ovvio che mancando un cupolino (che ne rovinerebbe però la linea) risulta quasi impossibile viaggiare ad alta velocità - sopra i 130 km/h. Il suono è inconfondibile e gradevole anche se si lasciano montati gli scarichi originali. La Forty Eight monta inoltre un piccolo serbatoio a nocciolina che non riesce a contenere neanche 8 litri di carburante; la spia della riserva si accende a 80 km circa e poi si possono tranqullamente percorrere altri 20 km ma è meglio fermarsi dal benzinaio. Il serbatoio ha una storia custom alle spalle che non starò qua io a raccontarvela. La moto è monoposto e la sella è bassa e imbottita il giusto per combinare il pieno di benzina con lo sgranchirsi le gambe. C'è comunque la possibilita di acquistare le pedane per il passeggero e una sella supplementare. Ma è questione di gusti e di abitudine e a me piace molto e la trovo comoda.
Alla guida
Con la sella bassa e il manubrio abbastanza largo (ma non troppo) la rende di facile usura anche da fermi. In movimento la cosa migliora ancora e lascia spazio al divertimento puro. La Forty Eight scende veloce in piega ma avendo una ridotta luce da terra le pedane si toccano velocemente. Ma una volta presa l'abitudine e sopratutto preso confidenza con la moto, il divertimento è assicurato anche con una strada piena di curve da affrontare allegramente.
La comprerei o ricomprerei?
L'ho provata e l'ho comprata. Non intendo mollarla più e la ricomprerei subito.
PROVE LETTORI CORRELATE
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
LE PROVE DEI LETTORI PIU' LETTE