Thomas Lüthi

Pilota del team EG 0,0 Marc VDS: scheda, news, foto e tutte le info

Il pilota in sintesi

Numero di gara 12
Data di nascita 6/9/1986
Nazione Svizzera
Luogo di nascita Oberdiessbach
Esordio 2018
Presenze 0
Vittorie 0
Pole position 0
Giri più veloci 0
Titoli iridati 0
Podi 0

 

Campione nazionale ed europeo di minimoto, nel 1997 e 1999, Thomas Lüthi arriva nel Motomondiale nel 2002 in 125 sostituendo Jakub Smrz, l’anno dopo disputa la sua prima stagione completa. Sempre con il team Elit Grand Prix, lo svizzero vince il titolo della classe minore nel 2005, con quattro vittorie e una grande costanza,  prima di passare alla 250 nel 2007, nella classe di mezzo, poi diventata Moto2, corre fino al 2017. Ogni anno sale sempre sul podio e in ben tre occasioni chiude tra i primi quattro della classifica iridata (2010, 2012 e 2014). Nel 2016 ha lottato per il titolo con il team CarXpert Interwetten, ottenendo dieci podi e diventando vice-campione del mondo. Nel 2018 la nuova avventura in MotoGP con il  team Marc VDS.

PROSSIMO GP

Autodromo Provincial - Termas de Rio Hondo 2019
ORARI
Venerdì 29 Marzo
FP114:50 - 15:35
FP219:05 - 19:50
Sabato 30 Marzo
FP314:50 - 15:35
FP418:25 - 18:55
Qualifiche19:05 - 19:55
Domenica 31 Marzo
Gara20:00

NEWS MOTOGP

  • Ieri la Corte d’Appello della FIM si è riunita per decidere sul caso Ducati, ma la questione è delicata e il verdetto, atteso in giornata, arriverà invece tra lunedì 25 e martedì 26, in ogni caso prima dell'inizio del prossimo GP d’Argentina
  • MotoGP news – Sul circuito di Losail, in Qatar, Franco Morbidelli ha vissuto il suo primo weekend di gare con la Yamaha M1. Pilota del team Petronas SRT, l’italiano ha chiuso solo undicesimo, sottolineando i problemi della moto nei confronti degli avversari
  • MotoGP news – Durante l’inverno Honda ha lavorato sul motore per migliorare la velocità di punta, da sempre punto di forza della Ducati Desmosedici. Il GP di Losail ha dimostrato che l'obiettivo è stato centrato: in pista la moto che ha toccato la velocità di punta maggiore è stata proprio di quella di Marquez