MotoGP, Brivio: “Nel 2022 puntiamo ad avere quattro moto in pista”

MotoGP news - Il team manger Suzuki Davide Brivio ha parlato di questo 2020 fortemente condizionato dal coronavirus, del rapporto tra i "suoi" due piloti Alex Rins e Joan Mir e di quale sarebbe secondo lui la scelta giusta di Ducati sul mercato

MotoGP, Brivio: “Nel 2022 puntiamo ad avere quattro moto in pista”
"Il 2020 è un anno speciale"
Suzuki ha confermato entrambi i piloti, Alex Rins e Joan Mir, per le prossime due stagioni, credendo fermamente nel loro talento, il team manager Davide Brivio ha spiegato csì questa decisione: “Abbiamo una gran coppia di piloti e credo che possiamo aprire un ciclo per fare cose importanti. Marquez è molto difficile da battere e Quartararo e Maverick sono molto veloci, ma credo che possiamo competere con loro”. Da Rins ci si aspetta il titolo iridato, Joan invece dovrà fare un passo in avanti dopo il buon debutto dell'anno scorso: “Il tempo dirà dove arriverà Joan, ma ha il potenziale per combattere con Alex. Quest’anno ci aspettiamo che all’interno del team si alzi il clima di competizione. Alex sa che Joan è un pilota competitivo che crescerà e Joan sa che vuole stare con lui. Spero in una competizione sana che ci è mancata in questi anni”. La cosa chiara, però, è che nel box non c’è un numero uno: “Spero che questa sia la squadra Suzuki più forte degli ultimi anni, non esiste adesso un numero uno, ne abbiamo due. Faremo tutto il possibile perché sia così e che vinca il migliore. Sarà la pista a dirlo. Questo aiuta entrambi e Joan non permetterà ad Alex di rilassarsi”. Il campionato 2020 che ci attende sarà sprint a causa della pandemia : “Non cambia molto il fatto che sarà corto, chi deve stare davanti ci starà comunque. Ci saranno circuiti a noi magari non favorevoli, come l’Austria, e non ci saranno piste che piacciono alla nostra GSX-RR come Assen o Silverstone, ma va bene così. Alcuni saranno più forti in Austria e meno veloci a Jerez. Questa di fare le gare doppie è una soluzione per disputare il campionato e dobbiamo accettarla. Il 2020 è un anno speciale. Abbiamo parlato con gli altri team e Dorna per trovare soluzioni. È importante correre, bisogna adattarsi e sapere che il rischio zero è impossibile”. La casa di Hamamatsu aveva il progetto, nel 2022, si avere un team satellite in pista e il progetto è sempre in piedi: “L’obiettivo è questo. Nelle prossime settimane ne riparleremo e vedremo l’azienda cosa dice”. Una battuta infine su Ducati e il mercato piloti: “Se fossi in loro mi terrei stretto Dovizioso che ha dimostrato ampiamente di poter vincere ed è l’unico arrivato vicino a Marquez negli ultimi tre anni. A lui poi affiancherei un altro pilota che possa crescere”.
 

 



PROSSIMO GP

Circuito de Jerez 2020
ORARI
Venerdì 17 Luglio
FP109:55 - 10:40
FP214:10 - 14:55
Sabato 18 Luglio
FP309:55 - 10:40
FP413:30 - 14:00
Qualifiche14:10 - 14:50
Domenica 19 Luglio
Gara14:00

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – Il mercato Ducati si è bloccato a un bivio: chi scegliere tra Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo per il 2021? Per il momento non si ha alcuna risposta e a commentare la situazione è stato Francesco Guidotti, team manager della squadra privata Pramac, che ha parlato anche di Jack Miller, cresciuto sotto la sua ala e futuro pilota ufficiale
  • MotoAmerica rivela che Dorna ha già deciso per l'annullamento dell'evento, anche se il comunicato annunciato non è ancora uscito. A questo punto anche l'appuntamento a Termas de Rio Hondo sembra destinato a saltare. Possibile invece una conclusione della stagione tra Thailandia e Malesia
  • MotoGP news – Che Marc Marquez non sia imbattibile, Lorenzo l’ha sempre sostenuto, ma ora ha rilasciato alcune dichiarazioni al veleno dirette a Honda, con cui ha disputato la passata stagione senza grande successo. Il maiorchino ha parlato dell’importanza della moto in MotoGP e ha evidenziato i rivali dello spagnolo