MotoGP 2023, Marini sulla scelta HRC: "La prima persona che ho chiamato è stato Valentino Rossi"

MotoGP news - Dopo aver passato sei anni con il team VR46, Luca Marini dal prossimo anno guiderà la Honda RC213V del team Repsol e ha raccontato come ha preso questa decisione così importante nella sua carriera e il perché

MotoGP 2023, Marini sulla scelta HRC: "La prima persona che ho chiamato è stato Valentino Rossi"

Il dialogo avvenuto con il fratello
Luca Marini è il fratello di Valentino Rossi, oltre a esser stato uno dei piloti più veloci e competitivi della MotoGP quest'anno, con la Ducati. In occasione del GP di Misano era stato annunciato il suo rinnovo con la VR46, ma tempo due mesi le cose sono cambiate. Con l'addio di Marc Marquez al team Repsol Honda, la Casa giapponese è andata a bussare alla porta di Marini, il quale ha deciso di cogliere questa difficile e importante sfida. Come riporta il sito della Gazzetta dello Sport, Marini ha raccontato il dietro le quinte: "Quando è emersa l’opportunità di sostituire Marc Marquez, Vale è stata la prima persona che ho chiamato. È stato… interessante. Ne abbiamo parlato tanto, anche se è difficile ovviamente parlare con lui, perché il suo ruolo è sia quello di capo dei manager che del team". 

"E' il mio progetto di crescita come pilota di MotoGP"
Rossi era quindi un po' combattuto: "Lui era diviso tra una bella opportunità da provare a realizzare in tutti i modi, e sapere che siamo una grande squadra e che sarebbe stato un peccato perdermi"

Dopo averne parlato con il fratello è toccato a Marini prendere la decisione e ha scelto quella che più lo allontana proprio da Rossi: "Esatto, questo è un ultimo passo che ci voleva. È il mio progetto di crescita come pilota di MotoGP. Andare in un team ufficiale era il mio sogno e obiettivo. Per me è una cosa normalissima, essere il fratello di Valentino Rossi a me non cambia nulla”. Marini ha già disputato il primo giorno di test con la Honda, a Valencia, prendendo quindi le misure con la nuova moto, moto che guiderà nelle prossime due stagioni, avendo firmato un contratto biennale.

 



NEWS MOTOGP