Moto2 e Moto3, nuovo format per le qualifiche 2019

Fino ad oggi le classi minori hanno sempre svolto le qualifiche in 45 minuti, ma dal 2019 anche i piloti di Moto2 e Moto3 dovranno affrontare le Q1 e le Q2, ecco tutti i dettagli

Moto2 e Moto3, nuovo format per le qualifiche 2019
Novità!
Dal prossimo anno le classi di Moto2 e Moto3 dovranno affrontare un nuovo "sistema" di qualifiche, sarà così archiviato definitivamente quello tradizionale, che dava ai piloti 45 minuti per fare il miglior tempo. Nel 2019 la sessione delle qualifiche delle due classi minori sarà come quella della MotoGP, composta quindi da due turni: Q1 e Q2. Questo è quanto ha stabilito la Grand Prix Commission, che ha deciso che la Q2 sarà disputata dai primi 14 piloti della classifica combinata dei tempi ottenuta con i tempi delle tre sessioni di prove libere disputate a partire dal venerdì. A questi si aggiungeranno poi i 4 piloti che conquisteranno il miglior tempo nelle Q1, quindi le Q2 vedranno in pista un totale di 18 piloti.
Sempre dal 2019 le tre sessioni di prove libere saranno di 40 minuti l’una, mentre i due turni di qualifiche saranno, come in MotoGP di 15 minuti ciascuno. Inoltre, ai piloti che dalla Q1 si qualificheranno alla Q2, sarà permesso di usare una gomma posteriore extra a mescola soft, nel corso delle due sessioni. Alla base di questa decisione c'è l'intento di evitare le situazioni rischiose, che si vedevano nei 45 minuti di qualifiche: quando scendevano in pista tutti i piloti con molto vicine tra loro, limitando il numero di piloti in pista si ridurrà anche la possibilità di cercare il gioco delle scie per ottenere il giro veloce, una pratica anch'essa foriera di possibili pericoli.


NEWS MOTOGP