Twin Ring Motegi

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2021

Il circuito in sintesi

Nome Twin Ring Motegi
Sede  Motegi - Giappone
Edizioni disputate 22
Giri gara 24
Lunghezza circuito 4,800 km
Numero curve 14
Lunghezza gara 115,2 km
Giro record 1' 45" 350
Velocità massima 314,3 km/h
Detentore record Jorge Lorenzo (2014)

 

Il Twin Ring di Motegi è di proprietà di Honda, nato nel 1997 come pista per i test privati della casa giapponese, si trova in una zona montuosa a 160 km da Tokyo e ospita dal 1999 il GP del Giappone. Il circuito, abbastanza tortuoso, si sviluppa su 4800 m, conta 14 curve, per lo più lente e un rettilineo lungo poco meno di 800 metri e altri più brevi di raccordo. Si tratta di un tracciato impegnativo che mette sotto stress i freni: i dischi hanno poco tempo per raffreddarsi tra una staccata e un'altra. L’impianto è moderno: possiede anche un tracciato ovale di 2,5 km, per le competizioni automobilistiche “all’americana” e ospita al suo interno il Museo Honda, dove si possono ammirare le moto e le auto da competizione che hanno fatto la storia della casa.



 

PROSSIMO GP

Sachsenring 2021
ORARI
Venerdì 18 Giugno
FP109:55 - 10:40
FP214:10 - 14:55
Sabato 19 Giugno
FP309:55 - 10:40
FP413:30 - 14:00
Qualifiche14:10 - 14:50
Domenica 20 Giugno
Gara14:00

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news - Buone notizie in arrivo per i tifosi, ma anche per i piloti: il pubblico potrà tornare sulle tribune nei tre appuntamenti che si terranno in Austria e in Spagna. Ecco le modalità di accesso elaborate in base ai protocolli sanitari dei due paesi
  • Orari diretta TV MotoGP, prove, qualifiche e gara Gran Premio di Germania 2021 trasmesse in diretta su Sky e su TV8 in chiaro – Questo fine settimana andrà in scena l'ottavo appuntamento stagionale, sul circuito tedesco in cui nei sette anni scorsi ha sempre vinto Marc Marquez. Fabio Quartararo punterà a consolidare la sua leadership in campionato, ma su un tracciato dove l'anno scorso non si è corso potrebbero esserci diverse novità. Ecco gli orari TV
  • La RC16 ha beneficiato dell'ennesima "cura Pedrosa": il test rider spagnolo ha deliberato un telaio che aiuta la moto a consumare meglio le gomme, mentre la nuova benzina fornita da ETS ha regalato al V4 austriaco una manciata di cavalli