Team Suzuki ECSTAR

La descrizione della scuderia, i piloti, le caratteristiche tecniche

Il team in sintesi

Sede Hamamatsu
Nazione Giappone
Presidente Hiroshi Tsuda
Team manager Davide Brivio
Responsabile tecnico Ken Kawauchi
Moto GSX-RR 2016
Presenze 1
Vittorie 1
Titoli iridati -
Contatti  

Suzuki ha debuttato nel Motomondiale nel 1960 partecipando al Tourist Trophy (allora una delle gare più importanti della stagione) nella classe 125, da quell'anno è stata poi sempre presente in griglia di partenza nelle varie categorie (50, 125 e 250) fino al 1967 quando decide di ritirarsi, anche se alcuni piloti decidono di continuare gestendo le moto in forma privata. Dal 1974 la casa di Hamamatsu però torna nella top class, all'epoca 500, e da lì in poi ottiene diversi titoli iridati: due volte con Barry Sheene (1976, 1977), e poi con Marco Lucchinelli (1981), Franco Uncini (1982), Kevin Schwantz (1993) e Kenny Roberts Junior (2000). Nell'era della MotoGP Suzuki sono affidate a John Hopkins e Kenny Roberts Junior, l'unico pilota a conquistare due podi (un terzo posto nel 2002 e un secondo posto nel 2005), mentre l'annata migliore è il 2007 con Hopkins e Chris Vermeulen, che regala una vittoria nel Gran Premio di Francia e porta il team al terzo posto nella classifica squadre. La Suzuki sarà poi presente in pista fino al 2011 senza ottenere grandi risultati. Rientra nel 2015 con il team guidato da Davide Brivio: la moto è la GSX-RR e due piloti sono gli spagnoli Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Nel 2017 la prima vittoria in MotoGp con Vinales, sostituito l'anno successivo da Iannone mentre al posto di Espargarò arriva Alex Rins. Coppia confermata anche nel 2018, mentre nel 2019 al posto di Iannone arriva Joan Mir.

Piloti
Team Suzuki ECSTAR

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news –  Joan Mir ha ormai "metabolizzato" la conquista del titolo nella categoria regina e ha parlato del livello suo e della Suzuki GSX-RR e ha risposto a tutti coloro che pensano che abbia vinto il titolo solo perché Marc Marquez era assente
  • La prima sessione per i piloti del mondiale sarà a Sepang dal 19 al 21 del mese, a marzo invece i team andranno in Qatar dal 10 al 12. Marc marquez difficilmente potrà parteciapre a questi appuntamenti, ma anche la sua presenza al primo GP dell'anno non è affatto scontata. La stagione però sarà lunga: con 20 gare in calendario il talento di Cervera può prendersi tutto il tempo che serve
  • Dopo la conquista del titolo mondiale MotoGP 2020 da parte di Joan Mir su GSX-RR, il team manager Davide Brivio ci racconta in esclusiva come è iniziata l'esperienza Suzuki, perché ha voluto nel team il nuovo campione del mondo, cosa si aspetta dagli avversari (Marquez in testa) per il prossimo anno. E di Valentino Rossi per la prima volta in un team privato, Brivio dice che...