Squalifica Doping - Iannone: “Mi hanno strappato il cuore”

Andrea Iannone ha scelto i suoi profili social per commentare la sentenza che l'ha condannato a 4 anni di squalifica per doping. Il pilota di Vasto è distrutto, ma non si arrende e si dichiara  innocente: “Oggi ho subito la più grande ingiustizia che potessi ricevere"

Squalifica Doping - Iannone: “Mi hanno strappato il cuore”
"Una sentenza può modificare gli eventi ma non l’uomo"
Ieri è arrivata la sentenza del TAS che ha condannato Andrea Iannone a 4 anni di squalifica per doping. Il pilota di Vasto ha ricevuto il massimo della pena richiesta dalla Wada (l'agenzia internazionale antidoping) e ha visto rigettata la sua tesi difensiva secondo cui l'assunzione della sostanza dopante sarebbe avvenuta inconsapevolmente attraverso alimenti contaminati (qui tutti i dettagli della sentenza).
Iannone ha affidato ai social la sua delusione: “Oggi ho subito la più grande ingiustizia che potessi ricevere. Mi hanno strappato il cuore separandomi dal mio grande amore. Le motivazioni sono prive di senso logico e con dati di fatto sbagliati. Per questo ci sarà luogo e tempo opportuni...perché di certo non mi arrendo. Sapevo di affrontare i poteri forti, ma speravo. Speravo nell'onestà intellettuale e nell'affermazione della giustizia. In questo momento soffro come di più non potrei. Ma chi ha cercato di distruggere la mia vita, presto capirà quanta forza ho dentro il cuore. La forza dell'innocenza e soprattutto...la coscienza pulita. Una sentenza può modificare gli eventi ma non l’uomo”.
Al suo fianco durante tutto questo anno c’è stata Aprilia, che l’ha aspettato, e Massimo Rivola, l’amministratore delegato di Aprilia Racing, alla fine di questa vicenda ha detto: “Le sentenze si rispettano e si accettano anche se molti elementi di questa decisione destano perplessità, anche dal lato prettamente scientifico. Non siamo pentiti di essere rimasti vicini ad Andrea e, anzi, gli siamo vicini anche in questo momento. Questa vicenda, con i suoi tempi così lunghi, ha danneggiato pesantemente Aprilia Racing e le nostre strategie per questa e le prossime stagioni, ora però dobbiamo guardare avanti e abbiamo il dovere di trovare velocemente una soluzione di alto livello, che sposi il progetto iniziato con Andrea e che ci permetta di continuare la nostra crescita, che c’è ed è evidente”.

 



NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – Il project leader del team Suzuki, Shinichi Sahara, ha parlato dei progetti della Casa di Hamamats, dopo la partenza di Davide Brivio, ha chiarito quale sarà la suddivisione dei compiti e cosa si aspetta dai piloti Joan Mir e Alex Rins
  • MotoGP news – Qualche giorno dopo le dichiarazioni scomode di Andrea Dovizioso su Ducati, è arrivata la risposta dal direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna che poi ha parlato del 2021 di Miller e Bagnaia e dei due debuttanti Bastianini e Marini
  • I giapponesi vincono per la seconda volta consecutiva il rally più importante al mondo nell'anno del disastro nella MotoGP, con Marquez fuori gioco e una CBR 1000 RR-R ancora lontana dal successo in SBK. KTM si impone per tre volte in MotoGP, ma alla Dakar viene ancora battuta dai rivali. La pista è una distrazione? Solo Yamaha è coerente, ma in negativo: i problemi di affidabilità hanno colpito tanto la M1 quanto la 450 da rally