MotoGP 2018, le difficoltà dell’impianto frenante al Sachsenring. Orari TV

MotoGP news – Tutto è pronto per il Gran Premio di Germania, sul tracciato più corto del calendario,considerato mediamente impegnativo per i freni. Ecco quali sono i punti caldi per l’impianto frenante, quanto i piloti usano i freni nel corso di un giro, e altre curiosità di una pista che è molto diversa dalle altre

MotoGP 2018, le difficoltà dell’impianto frenante al Sachsenring. Orari TV
L'appuntamento con i freni in Germania
Il circuito del Sachsenring accoglierà questo fine settimana il Motomondiale e la pista, che non arriva ai quattro chilometri di lunghezza, presenta corti rettilinei e 13 curve, di cui solo 3 a destra e 10 a sinistra. La tortuosità della pista si traduce in un ricorso modesto ai freni: 3 delle 7 frenate si protraggono per meno di 2 secondi e una quarta per soli 2,2 secondi. L’assenza di lunghi intervalli tra una curva e l’altra ostacola il raffreddamento dell’impianto frenante, spesso ostacolato dalle alte temperature, e secondo i tecnici Brembo il Sachsenring rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni.
Durante un intero giro i piloti della MotoGP utilizzano i freni 7 volte per un totale di 210 volte sull’intera gara. I 19 secondi al giro in cui gli impianti frenanti sono chiamati ad intervenire costituiscono il record negativo del campionato, inferiore anche ai 20 secondi di Phillip Island che pur presenta solo 6 frenate. A differenza della pista australiana che vanta una sola decelerazione superiore ad 1 g, il Sachsenring si contraddistingue per 4 frenate da almeno 1,4 g. Le altre 3 frenate da 0,6 e 0,7 g però abbassano notevolmente la media sul giro, portandola a 1,10 g.
Delle 7 frenate del Sachsenring solo una è considerata altamente impegnativa per i freni mentre 3 sono di media difficoltà e le restanti 3 sono leggere.
La frenata alla prima curva è quella che comporta il maggior sforzo per i piloti e gli impianti frenanti: le moto ci arrivano a 291 km/h ed entrano in curva a 74 km/h dopo 244 metri di frenata. I piloti si attaccano ai freni per 5,2 secondi e subiscono una decelerazione di 1,5 g, mentre la pressione del liquido freno Brembo HTC 64T arriva a 10,6 bar. Il carico sulla leva è identico (6,1 kg) alla frenata alla curva 13 che precede il traguardo. Uguale è anche la pressione del liquido freno nonostante la frenata duri 3 secondi durante i quali le MotoGP percorrono 129 metri. D’altra parte le moto arrivano più lente (219 km/h) ed escono dalla frenata più veloci (95 km/h). Alle curve 2 e 3 invece i freni sono utilizzati per meno di una sessantina di metri ciascuno: 56 metri alla curva 2 e 58 metri alla curva 3, con carichi sulla leva inferiori in entrambi i casi ai 3 kg.
Non perdetevi il Gran Premio di Germania, cliccate qui per vedere gli orari diretta TV su Sky e in differita su TV8.

PROSSIMO GP

Losail International Circuit 2019
ORARI
Domenica 10 Marzo
Gara17:00

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – Jorge Lorenzo torna sul suo 2018, fatto di alti e bassi e momenti in cui ha meditato di ritirarsi. Fortunatamente è arrivata l'offerta di Honda e ora il maiorchino spera che questo sia il team con cui chiuderà la carriera
  • Valentino Rossi ha fatto un bilancio della sua vita, da sportivo e da uomo, ha raccontato come vorrebbe essere ricordato, ha spiegato il perché non si senta ancora pronto al ritiro e di cosa rappresenti per lui il decimo titolo mondiale, ma anche aperto la porta all'arrivo di un erede...
  • Alla presentazione della nuova MV Agusta del team Forward Racing era presente anche Giacomo Agostini, colui che ha fatto la storia con la marca varesina sul finire degli anni 60. L’italiano ha parlato della stagione di MotoGP che si aspetta e sull’arrivo di Lorenzo nel box Honda ha detto: “Se dovesse innamorarsi della Honda…”