Sepang International Circuit

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2020

Il circuito in sintesi

Nome Sepang International Circuit
Sede Sepang - Malesia
Edizioni disputate 25
Giri gara 20
Lunghezza circuito 5,500 Km
Numero curve 15
Lunghezza gara 110,9 km
Giro record 1' 58" 830
Velocità massima 329,6 km/h
Detentore record Jorge Lorenzo (2018)

 

Tristemente famoso per l’incidente costato la vita a Marco Simoncelli nel 2011, il circuito di Sepang si trova a circa 50 km a sud della capitale Kuala Lumpur e ospita da sempre il Gran Premio della Malesia. La pista è all’interno di un modernissimo impianto che comprende hotel, campi da golf, piste di kart e negozi. Il tracciato, lungo 5543 m, è il più largo di tutto il Motomondiale (25 metri contro una media di circa 15 metri delle altre piste) e consente ai piloti un'ampia scelta di traiettorie. I due velocissimi rettilinei di 900 metri ciascuno e le 11 curve altrettanto rapide favoriscono i sorpassi, ma ci sono anche quattro curve piuttosto lente, che richiedono alle moto buone doti di maneggevolezza. Ci sono tante staccate impegnative, tra cui la prima dopo il traguardo dove di passa da 330 km/h a 90 km/h e l ’ultima prima del rettilineo di partenza, dove si arriva a 312 km/h e su riparte a 86 km/h. Da tenere presenti anche le difficoltà ambientali: le elevate temperature e l’alta percentuale di umidità rendono difficile la vita ai piloti. 

NEWS MOTOGP

  • Il pilota australiano, squalificato dalla FIM per doping nel 2012 e poi nel 2018, ha pubblicato sui social un duro sfogo contro la Federazione, accusandola, tra l'altro, di aver favorito illecitamente le vittorie "mondiali" di Marc Marquez e Valentino Rossi 
  • Kobe Bryant, leggenda del basket americano, è morto ieri insieme alla figlia tredicenne nello schianto dell'elicottero su cui si trovava. La notizia ha scosso il mondo dello sport e sono stati tanti i messaggi dei piloti per ricordarlo e salutarlo sui social
  • MotoGP news – Johann Zarco sarà alla guida della Ducati del team Avintia, una moto impegnativa, ma il francese è impaziente di guidare la “rossa” e, per quanto ha fatto con Jorge Lorenzo, ha fiducia nelle capacità di sviluppo dimostrate dalla casa bolognese