Circuit Comunitat Valenciana Ricardo Tormo

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2019

Il circuito in sintesi

Nome Circuit Comunitat Valenciana Ricardo Tormo
Sede Cheste (Valencia) - Spagna
Edizioni disputate 17
Giri gara 30
Lunghezza circuito 4,005 km
Numero curve 14
Lunghezza gara 120,1 km
Giro record 1’ 31” 367
Velocità massima 335,9 km/h
Detentore record Jorge Lorenzo (2015)

 

Il Gran Premio della Comunitat Valenciana è la gara che chiude tradizionalmente la stagione, si corre sul circuito intitolato al pilota spagnolo Ricardo Tormo, due volte iridato della classe 50 e scomparso nel 1998 per una leucemia. La pista è a Cheste, 20 km dalla città di Valencia, si percorre in senso antiorario, misura circa 4.000 m ed è formata da brevi rettilinei e quattordici curve piuttosto lente, che obbligano i piloti a usare le marce basse. Il rettilineo del traguardo è lungo poco meno di 900 m e qui i piloti arrivano a toccare i 335 km/h. Valencia è una pista stretta con traiettorie “obbligate”: sorpassare è difficile ed è fondamentale partire bene. Grazie alla configurazione del tracciato i 150.000 spettatori che trovano posto nelle tribune hanno la possibilità di vedere buona parte del tracciato, godendosi fino in fondo lo spettacolo. 

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – C’è tanta attesa in casa Aprilia per la nuova moto che scenderà in pista la prossima stagione in MotoGP. Aleix Espargaro e Andrea Iannone dovranno aspettare febbraio per poterla provare e lo spagnolo, che ha già parlato con il capo del progetto Romano Albesiano, è fiducioso del lavoro che la casa di Noale sta svolgendo dietro le quinte
  • Dopo aver vinto 15 titoli mondiali, 123 Gran Premi, 18 titoli italiani e 10 Tourist Trophy il legendario Giacomo Agostini ha aperto un suo proprio museo, a Bergamo, nella sua casa. In questo spazio aperto al pubblico il grande “Ago” ha raccolto alcune moto tra le più significative della sua carriera, i caschi, le tute e gli oggetti personali
  • MotoGP news – Grande protagonista del 2019 è stato Fabio Quartararo, che nonostante fosse solo un debuttante nella top class, ha sfiorato più volte la vittoria. Il francese ha tirato le somme di questo suo primo anno in MotoGP, degli insegnamenti ricevuti, dei rimpianti che ha e ha posto gli obiettivi per il 2020