Circuit des "24 Heures du Mans”

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2019

Il circuito in sintesi

Nome Circuit des "24 Heures du Mans”
Sede Le Mans - Francia
Edizioni disputate 27
Giri gara 28
Lunghezza circuito 4,200 km
Numero curve 14
Lunghezza gara 117,2 km
Giro record 1' 31" 975
Velocità massima 316,6 km/h
Detentore record Jorge Lorenzo (2016)

Celebre per la classica “24 Ore di Le Mans” automobilistica (ma c’è anche quella motociclistica), il circuito francese è stato modificato più volte per adeguarsi all’evolversi dei mezzi da gara (auto e moto). È stato inserito nel calendario del Motomondiale per la prima volta nel 1969, allora il Gran Premio di Francia fu conquistato dal grande Giacomo Agostini su MV Agusta. Il tracciato, dopo il grave incidente di cui fu vittima il pilota spagnolo Albert Puig, è stato escluso dal calendario dal 1995 fino al 2000. Dello storico tracciato attualmente viene utilizzato solo il breve rettilineo dei box (450 m), negli anni, soprattutto su richiesta della FIM, il circuito ha subito vari adattamenti e modifiche per migliorarne la sicurezza. Dopo gli interventi più recenti (effettuati nel 2008) misura 4.185 m, ha 11 curve e percorrenza in senso orario. La pista è particolarmente stretta, le curve obbligano i piloti a fare brusche frenate e spesso le condizioni meteorologiche condizionano la gara.

NEWS MOTOGP

  • La pista spagnola ospiterà mercoledì 20 e giovedì 21 gennaio due giorni di test della Superbike e a i piloti che saranno presenti in pista, tra cui gli ufficiali Ducati, Honda e Kawasaki, si aggiungeranno anche quattro conoscenze della MotoGP. L’obiettivo per loro sarà allenarsi e lo faranno sulle moto di serie
  • Il nuovo corso di Borgo Panigali punta sui giovani: Jack Miller è il più "anziano" con i suoi 26 anni, Bagnaia va per i 24, come Marini e Bastianini, ma ha già due stagioni di esperienza con la Desmosedici e correrà nel team ufficiale. Martin ne ha 23 è il più acerbo, ma è un campione del mondo veloce e talentuoso
  • MotoGP news – Il recupero di Marc Marquez precede bene, lo conferma la visita medica a cui si è sottoposto di recente e ce lo fa sapere Honda, che però non fa cenno ai tempi di recupero e a quelli necessari per rivedere in pista il campione spagnolo