Autodromo Provincial - Termas de Rio Hondo

Tracciato della gara di MotoGP, campionato 2019

Il circuito in sintesi

Nome Autodromo Provincial - Termas de Rio Hondo
Sede Termas de Rio Hondo - Argentina
Edizioni disputate 3
Giri gara 25
Lunghezza circuito 4,800 Km
Numero curve 14
Lunghezza gara 120,2 km
Giro record 1’ 39” 019
Velocità massima 333 km/h
Detentore record Valentino Rossi (2015)

 

Dal 2014 il Motomondiale fa tappa all’Autodromo argentino Termas de Rio Hondo, che si trova a 6 km dalla città di Rio Hondo, nella provincia di Santiago del Estero. Costruito nel 2007 su un'area di 150 ettari, il tracciato è stato modificato nel 2012 riducendo di qualche centinaio di metri il rettilineo principale, che, comunque, con i suoi 1.076 metri resta uno dei più lunghi del mondiale. Nei lavori del 2012 sono state aggiunte anche tre curve (ora  sono quattordici), modificando così il raggio delle altre allo scopo di adattarle meglio alle caratteristiche delle attuali MotoGP e di favorire sorpassi e spettacolo. Il circuito è il più moderno e sicuro dell'America Latina e ha tre staccate con decelerazioni piuttosto importanti, quella più critica è la frenata alla curva 5: qui le moto passano da oltre 330 km/h a 75  km/h in circa 320 metri, costringendo i piloti ad applicare sulla leva del freno una pressione pari a 12 kg.

NEWS MOTOGP

  • La pista spagnola ospiterà mercoledì 20 e giovedì 21 gennaio due giorni di test della Superbike e a i piloti che saranno presenti in pista, tra cui gli ufficiali Ducati, Honda e Kawasaki, si aggiungeranno anche quattro conoscenze della MotoGP. L’obiettivo per loro sarà allenarsi e lo faranno sulle moto di serie
  • Il nuovo corso di Borgo Panigali punta sui giovani: Jack Miller è il più "anziano" con i suoi 26 anni, Bagnaia va per i 24, come Marini e Bastianini, ma ha già due stagioni di esperienza con la Desmosedici e correrà nel team ufficiale. Martin ne ha 23 è il più acerbo, ma è un campione del mondo veloce e talentuoso
  • MotoGP news – Il recupero di Marc Marquez precede bene, lo conferma la visita medica a cui si è sottoposto di recente e ce lo fa sapere Honda, che però non fa cenno ai tempi di recupero e a quelli necessari per rivedere in pista il campione spagnolo