MotoGP, Poncharal: “Pol Espargaro è sicuro di poter sfidare Marc"

MotoGP news – Dopo che KTM ha annunciato i suoi progetti per il futuro, dai quali è rimasto escluso Pol Espargaro, siamo in attesa dell’ufficialità dello spagnolo nel team Honda ufficiale. A dire la sua è stato Hervé Poncharal, team manager del team Tech 3 con cui Pol ha debuttato in MotoGP

MotoGP, Poncharal: “Pol Espargaro è sicuro di poter sfidare Marc"
"È una bella storia"
“Pol sta andando nel team Repsol Honda e, dentro di sé è sicuro di poter sfidare Marc”. Queste sono le parole di Hervé Poncharal, patron del team Tech3 che nel 2014 ha accolto Pol Espargaro, campione del mondo campione in carica di Moto2. Lo spagnolo è rimasto in quella squadra per tre anni, chiudendo in campionato al sesto posto nella stagione di debutto, e poi ha abbracciato il nuovo progetto KTM quando la marca austriaca ha deciso di entrare in MotoGP. Da quel momento è stato il leader della fabbrica austriaca, ha sviluppato molto bene il progetto e ha già conquistato un podio con quei colori, un terzo posto a Valencia nel 2018 in una gara caratterizzata dalla pioggia. Ora pare che stia per iniziare un nuovo capitolo della sua carriera, nel team Repsol Honda, per la prossima stagione al fianco di Marc Marquez. Il francese a Crash.net ha spiegato: “Pol è una persona incredibile, affascinante. È sempre di buon umore, sempre positivo, vede il bicchiere mezzo pieno”. Ricordando quando hanno lavorato insieme ha detto: “Non è stato molto facile con la Yamaha perché lui è un pilota aggressivo e la M1 deve essere guidata molto soave. Ma onestamente ci siamo trovati benissimo insieme. Ha imparato molto ed ero molto felice quando ha assunto il ruolo di pilota ufficiale quando è entrato in KTM. Non sapevo cosa aspettarmi quando è andato lì per la prima volta, ma Pol era molto soddisfatto di quel nuovo ruolo. Penso che KTM debba molto a Pol”.
Ora lo attende la RC213V ufficiale e Poncharal ha detto: “Sarà interessante vederlo su una Honda, che è abbastanza simile alla KTM in termini di specifiche e stile di guida”. Sul suo futuro compagno di squadra ha detto: “So che ha iniziato a correre con Marc da molto giovane. Lo conosce molto bene e si sono spinti a vicenda per tutta la carriera fino alla MotoGP. Tutti ricordiamo le loro stagioni e battaglie in Moto2. È una bella storia. Questi due ragazzi hanno una storia comune. Una carriera comune. E ora li vedremo entrambi sulla stessa moto, nella stessa squadra, con uno stile aggressivo simile. Se Pol sta andando lì non è per preparare il suo ritiro, ci sta dicendo che è al massimo nella sua carriera, in termini di guida, di forma fisica e forza. Dobbiamo aspettare il 2021, ma sarà qualcosa di molto interessante, vedere il 93 e il 44 fianco a fianco sulle stesse moto”.

 



PROSSIMO GP

Red Bull Ring 2020
ORARI
Venerdì 14 Agosto
FP109:55 - 10:40
FP214:10 - 14:55
Sabato 15 Agosto
FP309:55 - 10:40
FP413:30 - 14:00
Qualifiche14:10 - 14:50
Domenica 16 Agosto
Gara14:00

NEWS MOTOGP

  • MotoGP, risultato prove libere fp2 Austria 2020 – La seconda sessione di prove della categoria regina è andata in scena in condizioni miste e Jack Miller ha ottenuto il miglior tempo. L’australiano ha preceduto le due KTM del team Tech 3 Iker Lecuona e Miguel Oliveira, segno che la sfida per la pole position potrebbe essere proprio tra queste due marche. Nono tempo per Valentino Rossi, mentre non è sceso in pista Dovizioso
  • MotoGP 2020 risultati prove libere fp1 Austria – Il miglior tempo della prima sessione di prove libere sul circuito del Red Bull Ring porta il nome di Pol Espargaro, che ha piazzato la sua KTM davanti a tutti. Lo spagnolo è seguito per soli 44 millesimi da Andrea Dovizioso, tornato competitivo sulla pista austriaca. Poi Nakagami, Rins e Morbidelli
  • MotoGP news – Nei due Gran Premi che andranno in scena al Misano World Circuit Marco Simoncelli il pubblico potrà nuovamente essere presente in tribuna. La Regione Emilia-Romagna ha concesso la prima deroga e quindi per il doppio appuntamento ci potranno essere diecimila persone al giorno a supportare finalmente i piloti