Salta al contenuto principale

Passaggio di proprietà ciclomotore: come si fa

Il passaggio di proprietà dei cinquantini è una pratica rapida e “leggera” servono pochi documenti e i costi sono contenuti. Ecco tutto quello che c’è da sapere per eseguire la procedura in maniera precisa e corretta

I ciclomotori sono  (a differenza dei motocicli) dotati di una targa “personale”, che non può essere ceduta a terzi e che segue sempre il proprietario, che a sua volta potrà riutilizzarla in futuro per un nuovo mezzo.

Per questo motivo, il passaggio di proprietà, nel caso dei ciclomotori (quindi per i mezzi con velocità massima di 45 km/h, cilindrata fino a 50 cm3 e potenza non superiore ai 4kW nel caso di motore elettrico), è una pratica meno costosa. Vediamo i passaggi necessari, le tempistiche, i documenti da compilare ed i costi richiesti per il passaggio di proprietà.

 

A chi rivolgersi

Nel caso di compravendita tra privati, il passaggio di proprietà del ciclomotore può essere richiesto rivolgendosi all’ufficio locale della Motorizzazione Civile, oppure direttamente a un’agenzia di pratiche auto (un’autoscuola va benissimo) oppure a un ufficio dell’Aci che è equiparato (anche nei costi) a un agenzia di pratiche auto. I costi variano in base alla scelta. Li vedremo più sotto. Il PRA (Pubblico Registro Automobilistico invece non gestisce le pratiche dei ciclomotori che non sono registrati nei suoi database).

 

I documenti necessari

Ecco i documenti da presentare per effettuare il passaggio di proprietà.


Cosa deve fare il venditore

- Presentare richiesta di sospensione del ciclomotore dalla circolazione per successiva vendita (clicca qui per scaricarlo). L’operazione è gratuita.

- La vecchia targa rimane a lui e potrà riutilizzarla su un altro ciclomotore quando lo immatricolerà a suo nome.

- Gli viene rilasciato un certificato di avvenuta sospensione dalla circolazione.

- Del certificato di avvenuta sospensione questo certificato dovrà fare una fotocopia e consegnarla all’acquirente unitamente alla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di autentica dello stesso che autentica la fotocopia del certificato di avvenuta sospensione.

Dovrà inoltre portare.

- Fotocopia di un documento d’identità in corso di validità e del codice fiscale.

- Certificato di Circolazione in originale.

 

Cosa deve fare il compratore

Documentazione da presentare allo sportello:

- domanda su modello TT 2118, compilata in tutte le sue parti (clicca qui per scaricarlo);

- fotocopia documento d'identità personale in corso di validità e fotocopia del codice fiscale;

- fotocopia del certificato di avvenuta sospensione dalla circolazione;

- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che autentica la fotocopia del certificato di avvenuta sospensione.

 

I costi del passaggio di proprietà

L’opzione più economica è certamente quella di fare tutto da soli (code comprese) alla Motorizzazione Civile. In questo caso, i costi saranno i seguenti:

- 32,00 euro per bollettino PagoPA n. 4028;

- 10,20 euro per bollettino PagoPA n. 9001;

- 13,58 euro per bollettino PagoPA n. 121012 (solo se viene richiesta una nuova targa da abbinare al ciclomotore acquistato).

Totale: 55,78 euro (42,20 euro se l’acquirente è già in possesso di una targa da abbinare al ciclomotore).
Rivolgendosi a un’autoscuola o in generale ad un’agenzia di pratiche auto, oltre ai costi di cui sopra bisognerà mettere in conto una spesa di ulteriori 50 euro circa per il servizio.

 

Le tempistiche del passaggio di proprietà

Le tempistiche sono, così come la pratica in generale, decisamente snelle. Il  trasferimento di proprietà è immediato ed i documenti definitivi vengono rilasciati in pochi minuti. Ovvio, considerate le code e le attese negli uffici, in autoscuola si fa molto prima che in motorizzazione.
La cosa da tenere bene a mente è che l’intera operazione dovrà necessariamente essere conclusa entro 60 giorni dall’acquisto del ciclomotore.

 

Cosa succede se l’acquirente è minorenne

I ciclomotori si possono guidare già a partire dai 14 anni, può capitare però che l’acquirente del ciclomotore sia ancora minorenne. Iter e costi non cambiano: la richiesta può essere intestata anche a persona minorenne purché l’istanza sia sottoscritta da un genitore o dal tutore.

 

Se bollo e revisione non sono stati fatti?

Per effettuare il trasferimento di proprietà ( di un ciclomotore non è necessario né che il mezzo abbia già pagato il bollo  né che abbia effettuato la revisione periodica.

 

Passaggio di proprietà per i cittadini extracomunitari

In caso una delle due parti sia cittadino extracomunitario è necessario produrre il permesso di soggiorno in corso di validità.

 

Se i documenti sono stati smarriti

Se la parte venditrice ha smarrito il certificato di circolazione è necessario presentare insieme agli altri documenti anche la regolare denuncia di smarrimento del documento sporta presso Polizia o Carabinieri.

 

Leggi altro su:

Aggiungi un commento