Riccardo Allegro

Classe 1989, ho lasciato la piccola Brescia per frequentare nella “gran Milàn” la facoltà di Lettere e Filosofia. Aspirante scrittore, per vivere ho scelto la via del giornalismo: dopo i canonici 48 mesi di praticantato, ho ottenuto l’agognato tesserino. Da giornalista collaboro con diverse testate, scrivendo di ambiente, sostenibilità e green-economy. Accanto alla grande passione per i viaggi in luoghi remoti coltivo quella per le due ruote e, dopo quasi 8 anni nella redazione di InSella, posso dire di avere trovato il luogo perfetto per viverla fino in fondo.

Autore di

La UE vuole obbligarci a rottamare auto e moto non funzionanti?

Una proposta che ha sollevato non poche polemiche... e in molti hanno letto nel testo l’ennesima prevaricazione burocratica da parte dell'Unione Europea. Ma a Bruxelles si sono accorti dei malumori e hanno tentato di correggere il tiro

Guard-rail salvamotociclisti, il momento della svolta?

Con l’emendamento appena approvato dalla Commissione Trasporti, si incoraggiano i comuni ed altri proprietari delle strade a mettere in sicurezza le barriere per le moto. Forse ci siamo?

Milano la più inquinata al mondo? Per il sindaco Sala è una bufala social

Che la qualità dell’aria a Milano sia scarsa è cosa nota. La società svizzera IQAir però ha inserito il capoluogo meneghino sul podio della classifica delle peggiori città a livello internazionale, scatenando l’ira di Palazzo Marino

Brembo, che espansione! Nuovo sito produttivo in Thailandia

Il nuovo sito produttivo realizzerà sistemi frenanti per i costruttori di moto presenti sul territorio, a partire da quelli europei e americani. Sarà operativo dal 2025 ed impiegherà circa 150 persone. Un grande investimento e un ulteriore passo in un settore strategico per il colosso italiano

Autovelox e... mal di pancia. Ecco nuove norme per migliorare la situazione

Unitamente al “malcontento” manifestato dalla quasi totalità dei cittadini, la mancata trasparenza circa la reale destinazione degli incassi ottenuti dai Comuni per mezzo degli Autovelox ha spinto l’esecutivo a valutare una serie di misure per limitare l’autonomia dei sindaci e regolamentare con più accuratezza l’istallazione e l’utilizzo dei dispositivi

PROVE PER MARCA
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI