LCR Honda

La descrizione della scuderia, i piloti, le caratteristiche tecniche

Il team in sintesi

Sede Monaco
Nazione Principato di Monaco
Presidente Lucio Cecchinello
Team manager Lucio Cecchinello
Responsabile tecnico Christophe Bourguignon/Cristian Gabarrini
Moto Honda RC213V
Presenze (Stagioni) 10
Vittorie 2
Titoli iridati -
Contatti info@lcr.mc 
http://www.lcr.mc/

 

Lucio Cecchinello è stato un ottimo pilota del Mondiale 125, ma da team manager non è da meno: la sua squadra è sulla griglia di partenza dal 1996, quando lo stesso Lucio scendeva in pista nella 125 con il compagno di squadra Noboru Ueda. Nel 2002 il team LCR raddoppia e schiera due moto in 125 e due nella 250, dove fa debuttare un giovanissimo Casey Stoner. Il 2003 è un anno ricco di successi, grazie a Randy De Puniet che ottiene 9 podi, 3 vittorie e diverse pole position nella 250 con Aprilia, conquistando poi il 4° posto assoluto nella classifica finale. Nel 2005 Stoner conquista il titolo di vice campione del mondo e l'anno dopo c'è il passaggio in MotoGP dove, in sella alla Honda RC2111V, Casey ottiene la prima pole e il primo podio nella classe regina (secondo posto del GP di Turchia), finendo sempre nella top ten (quando non cade…). Passeranno da Cecchinello anche Carlos Checa, Randy De Puniet (2008-2010) e Toni Elias, fino ad arrivare a Stefan Bradl (2012-2014) e la coppia Cal Crutchlow e Jack Miller nel 2015. Nel 2016 il team LCR torna a schierare solo una moto, sempre con l'inglese Crutchlow. Dal 1996 a oggi il Team LCR ha conquistato 72 podi e 21 vittorie.

Piloti
LCR Honda

PROSSIMO GP

Automotodrom Brno 2020
ORARI
Venerdì 07 Agosto
FP109:55 - 10:40
FP214:10 - 14:55
Sabato 08 Agosto
FP309:55 - 10:40
FP413:30 - 14:00
Qualifiche14:10 - 14:50
Domenica 09 Agosto
Gara14:00

NEWS MOTOGP

  • Molti piloti da anni hanno preso la residenza ad Andorra e ora che si sono allentate le restrizioni del governo locale, si sono ritrovati sul Circuito del Principato Pas de la Casa. In pista i due piloti Suzuki Alex Rins e Joan Mir, la coppia Yamaha Fabio Quartararo e Maverick Vinales, e anche Tito Rabat
  • Continua il tira e molla tra Jorge Lorenzo e Giacomo Agostini, ora i due sembra stiano per fare la pace. “Ago” ha chiarito ancora una volta il suo punto di vista sull'avventura di Lorenzo in Ducati, e il maiorchino ha risposto chiedendogli le scuse per chiudere la vicenda
  • La voce del team manager di Pramac si aggiunge a quelle dei piloti che vedono già l'australiano in rosso per il 2021: "C'è la volontà di entrambi e credo che siamo vicini". Per Petrucci si aprono alternative nell'orbita di Borgo Panigale, ma Aprilia rimane alla finestra