NOVITA' MOTOCICLISMO

Legge di stabilità: bollo moto d'epoca ridotto cancellato per mezzi fino a 30 anni

La recente Legge di Stabilità cancella il bollo ridotto per i veicoli di interesse storico con età compresa tra i 20 e i 30 anni. Una “mazzata” che coinvolgerà migliaia di veicoli in Italia (solo le auto sono circa 4 milioni) e che potrebbe riservare un duro colpo anche al Registro Storico FMI

Legge di stabilità: bollo moto d'epoca ridotto cancellato per mezzi fino a 30 anni
Giro di vite
Il Governo con la nuova Legge di Stabilità ha deciso di dare una stretta al sistema che regolamenta i veicoli storici che possono godere di un bollo ridotto e sconti pesanti anche sull'RC. Dal prossimo anno, moto e auto di età compresa tra i 20 e i 30 anni non saranno più considerate di interesse storico e non potranno più godere dei vantaggi a loro riservati. Una decisione che va a colpire un sistema che che ha generato parecchi controsensi, soprattutto nel settore delle auto, a causa di veicoli di nessun interesse storico e dal minimo valore che potevano, in quanto “d'epoca”, usufruire di bollo ridotto (25 euro) e assicurazione dimezzata. Un fenomeno a quanto pare ritenuto insostenibile visto che solo per quanto riguarda le auto, l'Italia conta la bellezza di quattro milioni di mezzi "storici" circolanti.
La Legge di Stabilità (che comunque deve essere ancora approvata) abroga i commi 2 e 3 della legge 342/2000, quelli che prevedevano il bollo di circolazione ridotto per i veicoli con età compresa tra i 20 e i 30 anni se valutati di interesse storico. Perché una moto sia "di interesse storico" deve essere inserita nell'elenco stilato ogni anno dalla FMI. L'abolizione della norma potrebbe avere ripercussioni anche sulle assicurazioni storiche: se una moto non è più di interesse storico non potrà più usufruire dell'assicurazione ridotta, ma dovrà ripiegare su una salatissima tariffa “normale”. Questo però dipenderà dalle decisioni delle singole compagnie, che possono agire come meglio credono. Questa decisione del Governo potrebbe addirittura danneggiare la FMI (Federazione Motociclistica Italiana) che fa capo al CONI. Molte regioni infatti, per le moto tra 20 e 30 anni, prevedono il bollo ridotto solo se il mezzo è iscritto al Registro Storico FMI: se l'iscrizione non ha più utilità pratica, è facile prevedere una diminuzione delle iscrizioni. Nulla cambia invece per le moto ultratrentennali: hanno automaticamente diritto al bollo ridotto e sono considerate storiche senza bisogno di certificazione.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    15 Dicembre 2016
    L’Antitrust ha inflitto una maxi multa di tre milioni di euro all'ACI perché avrebbe applicato commissioni indebite a quanti decidevano di pagare i bolli con carte di credito e bancomat. Secondo l'ACI le cose non stanno così: "Il costo richiesto all’utenza è sempre stato a mera copertura del servizio"
  • Politica e trasporti
    14 Novembre 2016
    Alla Commissione Bilancio, che sta valutando la Legge di Bilancio 2017, è stato presentato un emendamento per contrastare l’evasione del bollo auto e moto. Secondo questa proposta, le officine di revisione dovranno controllare il regolare pagamento della tassa di proprietà da parte dei proprietari dei veicoli che stanno esaminando
  • News
    26 Luglio 2016
    La Corte Costituzionale ha accolto il ricorso del Governo contro le leggi regionali di Umbria e Basilicata che avevano ripristinato l'esenzione dal bollo per moto e auto di età compresa tra 20 anni e 29 anni. Secondo i giudici le regioni non hanno la competenza per stabilire esenzioni da tasse di carattere nazionale come è il bollo auto. A rischio anche le agevolazioni introdotte dalle altre regioni?