NOVITA' MOTOCICLISMO

Ducati: arriva un maxi scooter nel 2014?

Un maxiscooter Ducati potrebbe essere in gestazione: tornano infatti ancora a circolare indiscrezioni su un misterioso scooterone che sarebbe in via di sviluppo a Borgo Panigale su preciso input della proprietà tedesca. Le ultime voci parlano di una possibile presentazione a fine 2014 del "tmax bolognese", potrebbe avere motore bicilindrico da 80 CV e tanta elettronica

Ducati: arriva un maxi scooter nel 2014?
Sarà lo scooter più "premium" di tutti?
Anche se solo un mese fa l'amministratore delegato di Ducati, Claudio Domenicali, aveva smentito categoricamente che fosse allo studio uno scooterone a marchio Ducati, le voci di un progetto di mobilità urbana sviluppato a Borgo Panigale continuano a rincorrersi. Secondo il sito acidmoto.ch sarebbe addirittura possibile una presentazione a fine 2014 di questo misterioso maxiscooter (in alto un'interpretazione di come potrebbe essere) giusto in tempo per il Salone della moto di Milano. Secondo queste ultime voci si utilizzerebbe un bicilindrico a V 700 cm³ da 80 CV di potenza, anche se ci sembra difficile possa essere quello raffreddato ad aria della serie Monster, più probabile si tratti di un'unità raffreddata a liquido di nuova generazione. D'obbligo, pare, una dotazione elettronica di primo livello con controllo di trazione e ABS sportivo Bosch già montato su altri modelli del marchio di Borgo Panigale. Le nuove sinergie con Audi sembra vogliano portare sempre più ad una soluzione del genere, considerando che il mercato sta cambiando e la richiesta di questo tipo di scooter "premium" sta conquistando sempre più utenti (come dimostra da anni il T-Max). Non è da escludere però che questo misterioso maxiscooter, anche se sarà sviluppato a Bologna,  venga poi proposto con il marchio Audi o con qualche altra "griffe" del gruppo Volkswagen (che, tra l'altro è proprietaria del glorioso marchio NSU), di certo c'è che più volte dai quartier generale tedesco si è confermato che c'è grande attenzione per i mezzi dedicati alla mobilità urbana a due ruote. Staremo a vedere...
COMMENTI
Ritratto di VincenzoLt1973
20 Aprile 2012 ore 14:48
non capisco la differenza tra il commento (che ho messo in oggetto) e lo schema sopra che gli da 3 stelle su 5
Ritratto di OrsoMarsicano
OrsoMarsicano Kawasaki Ninja ZX-6R 636 2005
20 Aprile 2012 ore 18:03
il tre cilindri benelli è sempre stato un propulsore molto interessante. Forse un po' troppo rabbioso ai bassi, soprattutto per una moto "turistica". All'eicma ho visto però che l'Amazonas è stata ammorbidita nell'erogazione. Fosse vero sarebbe la quadratura del cerchio!
Ritratto di Alberto Rapini
24 Aprile 2012 ore 11:31
Con il controllo di trazione e l'ABS sarebbe a posto!
Ritratto di andreapaolo68
andreapaolo68 Kawasaki Versys 650 2012
03 Maggio 2012 ore 19:09
Ad andature piuttosto allegre nelle staccate la ruota posteriore perde troppa aderenza ondeggiando spaventosamente e una volta che si esce dalle curve lente e si da gas "a paletta" si ha la senzazione che l'avantreno vada per cavoli suoi. A parer mio ha un telaio non adatto al motore che è troppo potente.
Ritratto di NP52M4
04 Maggio 2012 ore 19:09
andreapaolo68, il problema che descrivi l'avevo avvertito anche io in maniera minima: è bastato regolare bene il mono posteriore. Comunque le foto pubblicate ritraggono un modello di TreK pre-2012. Il model year 2012 è prodotto solo nelle colorazioni bianca e grigia, e ha la frizione idraulica nonchè le frecce posteriori e anteriori differenti.
Ritratto di trek 74
16 Maggio 2012 ore 13:22
Hanno rispolverato una vecchia prova. Se volete vedere come é fatta la nuova,la trovate su motociclismo di aprile in una comparativa con bmw,ktm etc...l'ultima versione é stata migliorata in molti particolari tipo forche anteriori regolabili,verniciatura telaio e altri particolari piú accurata, erogazione meno brutale. Il vero problema é trovarla...i pochi conce benelli in circolazione oramai vendono quasi solo scooter..ci sono intere regioni scoperte dalla rete vendita/assistenza.