PROVA

Royal Enfield Himalayan

Royal Enfield Himalayan, avventure per tutte le tasche
Costa poco, è facile da guidare e se la cava anche nel fuoristrada “leggero”. Il motore spinge bene ai bassi, le sospensioni sono ok, ma il freno anteriore è da strizzare
Prezzo: 
€ 4.590
Peso: 
188,5 kg
Potenza: 
23,1 CV
Velocità: 
131,2 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    4
Su strada
Anche chi ha poca esperienza si trova bene: la posizione di guida è naturale, la sella accogliente permette di appoggiare i piedi a terra senza problemi e il manubrio largo aiuta ad avere tutto sotto controllo. Le sospensioni a lunga escursione assorbono a dovere le buche, mentre il motore ha una temperamento docile, non brilla per potenza, ma spinge regolare sin dai bassi regimi ed è in grado di riprendere senza incertezze con un filo di gas. Inutile invece cercare prestazioni vivaci in alto: oltre i 5.000 giri la spinta diminuisce e si fanno sentire le vibrazioni. Anche in curva si comporta bene, a patto di non “strapazzarla”: le sospensioni morbide richiedono una guida dolce, mentre la ruota anteriore da 21 pollici tiene bene le traiettorie, ma rende la Himalayan un po’ lenta nello scendere in piega. A proposito dell’avantreno, bisogna prendere confidenza con il freno che ha una reazione un po’ “spugnosa” alla leva.

In autostrada
Non è forse il suo terreno naturale, ma la Himalayan può affrontare benissimo i viaggi e trasferte autostradali anche impegnative: la posizione di guida è comoda, il piccolo parabrezza riduce la pressione dell’aria dal petto di chi guida (testa e spalle restano scoperte) e l’autonomia è più che sufficiente. Meglio però non avere fretta: a velocità di crociera intorno ai 100 km/h si sta bene, a 120 km/h le vibrazioni diventano fastidiose e il motore riduce la spinta, limitando la capacità di effettuare rapidi sorpassi. Buona invece la stabilità: l’avantreno si alleggerisce poco anche a tutto gas.

In fuoristrada
Il manubrio largo aiuta, ma da solo non sarebbe sufficiente a garantire un comportamento da “vera” fuoristrada. Invece la Himalayan se la cava bene anche sugli sterrati non troppo impegnativi, col pilota in piedi sulle pedane senza che serbatoio, sella o altri elementi diano fastidio. In fuoristrada si apprezzano soprattutto le risposte delle sospensioni e dei freni, che non mettono mai in difficoltà, anche se bisogna tener presente che l’ABS non è disinseribile. Il motore consente di cavarsela in tutte le situazioni, con la sua spinta fluida e vigorosa ai bassi regimi, mentre la frizione ben modulabile resiste bene alla fatica.

In città
Nel traffico la Himalayan se la cava meglio di molti scooteroni. Il peso ridotto, la sagoma snella e il manubrio largo permettono di manovrare tra le auto senza fatica. L’elasticità del motore limita l’uso del cambio, in seconda o in terza si viaggia in scioltezza. La taratura morbida delle sospensioni smorza con efficacia le insidie cittadine, le buche e il pavé quasi non si sentono. Buona la frenata: alle andature cittadine l’impianto è più che adeguato.
PROVE CORRELATE

Royal Enfield Himalayan

  • Prezzoda € 4.900
  • Peso182 Kg
  • Serbatoio15,0 l
  • Altezza sella80 cm
  • Lunghezza219 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • MV Agusta Brutale 800 2019
    La più “economica” tra le naked di MV Agusta vanta le stesse doti delle sorelle più costose. Ha prestazioni da vera sportiva, è rifinita con cura e sfoggia una dotazione tecnica di alto livello
  • Verve Moto
    La guidano i 16enni, ma  piace anche ai fratelli maggiori. Il motore consuma poco, sospensioni ok, prezzo corretto
  • Yamaha Niken 2018
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità