PROVA

MV Agusta Brutale 800 2013

Bella, veloce e accessibile
La Brutalina “cattiva” offre tutto il fascino del marchio a un prezzo interessante. La dotazione tecnica è di alto livello, le finiture sono migliorabili
Prezzo: 
€ 10.290
Peso: 
179,0 kg
Potenza: 
113,2 CV
Velocità: 
222,3 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    2
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    0
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3

Su strada

Il motore della Brutale 800 colpisce già dai primi metri, soprattutto in mappa Sport: l’erogazione è progressiva ai bassi, un po’ brusca ai medi, poi passati gli 8.000 giri viene fuori la “rabbia” del tre cilindri, con un allungo impressionante fino al limitatore. Rapida a scendere in piega, la Brutale è leggera e ben bilanciata, sempre stabile grazie a sospensioni ben tarate che favoriscono la guida sportiva nonostante il mono un po’ “secco” nella risposta. Bene anche la frenata, nonostante l’assenza dell’ABS (arriverà a fine anno) è modulabile. Preciso il cambio, un po’ dura la frizione. 



In autostrada

Non è il massimo per viaggiare, ma qualche gitarella domenicale si può fare. La posizione di guida è abbastanza comoda, ci si stanca solo per l’assenza di riparo dall’aria. Nel catalogo ufficiale di accessori MV Agusta ci sono il cupolino e anche borse da serbatoio, oppure borse morbide da applicare alla sella per i bagagli. Vita dura invece per il passeggero, da sempre ospite poco gradito sulle Brutale. Nella media i consumi che abbiamo verificato: si risparmia a velocità di crociera, meno se si esagera con il gas. I quasi 17 litri del serbatoio assicurano comunque una buona autonomia.  



In città

Nel traffico la Brutalina si muove con disinvoltura: è stretta e leggera, passa ovunque. La forcella ha una taratura intermedia che assorbe anche buche e pavé, mentre il posteriore trasmette i colpi in maniera piuttosto fastidiosa. Il motore rabbioso in mappa Sport diventa più gestibile in Normal, ma è forse la mappa Rain la più indicata per affrontare il traffico, l’erogazione è decisamente più dolce e gestibile. Come molte naked sportive, la Brutale ha poco sterzo, ma grazie al peso contenuto le manovre non sono un problema. Discreta la visuale degli specchi retrovisori, bene il cambio ma la frizione è dura e stanca. 

MV Agusta Brutale

  • Prezzo€ 11.680
  • Peso167 Kg
  • Serbatoio16,6 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza209 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Suzuki GSX-S 750 Yugen Carbon 2019
    La 4 cilindri di Hamamatsu ha muscoli da vendere e li mette in mostra. Generosa ma guidabile, la 750 è una naked sportiva che se la cava bene anche nel traffico. L'elettronica in dotazione è quanto basta, le sospensioni sono abbastanza rigide e il passeggero un po' sacrificato
  • BMW R nineT Pure 2020
    Una linea inconfondibile, un bicilindrico generoso, la qualità tedesca: la R nineT non si smentisce. Con la Pure la casa bavarese va all'essenza del concetto di modern classic: poca elettronica e la giusta dose di cavalli e uno stile che non passa inosservato
  • Honda CB 650 R
    L'erede della Hornet interpreta l'attualità del settore naked con uno stile essenziale e prestazioni di tutto rispetto. Finiture adeguate e un prezzo corretto la rendono una moto che si fa volere bene subito, a patto di non essere "troppo" alti