PROVA

Kymco G-Dink 300i 2018

Kymco G-Dink 300 - Vano e pedana, si carica tutto
Cambia il frontale del Kymco “intermedio” ma resta l’ampia pedana piatta. È agile e costa poco, ma il parabrezza è stretto
Prezzo: 
€ 4.490
Peso: 
174,0 kg
Potenza: 
17,7 CV
Velocità: 
126,9 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Su strada
Lo spostamento del radiatore nella parte bassa dello scudo anteriore passa forse inosservato, ma si sente nella guida appena si affrontano le prime curve: la sensazione è quella di un avantreno più “caricato” e più preciso nel rispondere ai comandi del pilota. Come in precedenza invece il monocilindrico è poco assetato, specialmente sui percorsi fuori città dove si possono sfiorare i 100 km con tre litri di benzina. Nonostante questo, le prestazioni sono più che discrete: meno brillanti di quelle dei concorrenti più sportivi, ma più che sufficienti per le gite fuoriporta e magari una puntatina al mare. La ciclistica del resto, rivista nelle tarature delle sospensioni per migliorare il comfort, assorbe a dovere le piccole imperfezioni della strada, ma non ama assolutamente la guida sportiva: la forcella alle prime frenate decise va in crisi, meglio evitare di insistere. Il G-Dink va guidato con dolcezza, evitando i comandi bruschi e impostando traiettorie rotonde per farlo correre rapido in curva. Bene l’impianto frenante, potente il giusto e facilmente modulabile, anche se bisogna strizzare le leve per ottenere il massimo della potenza.



In autostrada
Stabile sul dritto e sicuro nei curvoni, il G-Dink se la cava in modo dignitoso in autostrada. Gli unici problemi sono la velocità di punta bassa (che limita le capacità di sorpasso)e il parabrezza stretto che lascia esposte all’aria le spalle di chi guida, mentre lo scudo protegge a dovere. Soddisfacente invece il comfort offerto dalla nuova sella e dalla pedana ampia, che consente al pilota di appoggiare i piedi in posizione avanzata e addirittura stendere le gambe.  Quando la velocità cresce, anche i consumi si alzano, ma i valori sono sempre ridotti: grazie al serbatoio da 9,5 litri, si può contare sempre su un’autonomia di oltre 200 km con un pieno. 

In città
Il G-Dink è perfetto per spostarsi in città. Le dimensioni compatte e il raggio di sterzo ridotto permettono di manovrare rapidi in mezzo al traffico, mentre le ruote di piccolo diametro (13 pollici davanti e 12 dietro) permettono cambi di direzione fulminei. Il manubrio è largo e permette di tenere tutto sotto controllo, la sella consente ai piloti di tutte le taglie di appoggiare con sicurezza i piedi a terra e la pedana piatta di trasportare senza fatica anche la “spesa grossa” per la famiglia. Anche le prestazioni sono buone: nonostante pesi quasi 20 kg più della versione precedente, il G-Dink al semaforo scatta veloce e la ripresa è abbastanza vivace. Le sospensioni soffrono un po’ l’asfalto più rovinato e il pavé. Ben tarato il sistema ABS, un po’ invasivo al posteriore ma perfetto per l’utilizzo urbano al quale il G-Dink è destinato. 
PROVE CORRELATE
  • 01 Gennaio 2016
    Davvero riuscita la nuova versione del “midi” taiwanese. Aumentano cilindrata e CV, l’estetica è più aggressiva, la ciclistica più robusta ed efficace,  i freni hanno l’ABS di serie. Prezzo corretto
  • 05 Marzo 2014
    Veloce e ben dotato, frena forte ed è stabile. Poco spazio per i piedi
  • 30 Ottobre 2013
    Il nuovo “ruote alte” di Kymco offre una dotazione ricca, finiture curate e un buon comfort. è leggero e poco impegnativo, ma il freno dietro è debole. Buono il prezzo

Kymco G-Dink

  • Prezzo€ 4.590
  • Peso183 Kg
  • Serbatoio9,0 l
  • Altezza sella78 cm
  • Lunghezza212 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie R GS R 1250 GS Adventure Exclusive 2019
    La R 1250 GS ha una spinta ai bassi impressionante e un allungo da sportiva. La ciclistica è all’altezza delle prestazioni, la dotazione di serie è buona. Il prezzo è alto e sale ancora con gli  optional “obbligati “
  • Honda CB 1000 R Plus Neo Sports Café 2018
    Va forte e pesa poco, ma è facile da guidare e si può usare tutti i giorni. Ottime le finiture, qualche vibrazione ai medi, prezzo un po’ alto
  • Kymco G-Dink 300i 2018
    Cambia il frontale del Kymco “intermedio” ma resta l’ampia pedana piatta. È agile e costa poco, ma il parabrezza è stretto