PROVA

Kawasaki Versys 650 Grand Tourer 2016

Kawasaki Versys 650 GT, molto comoda e ben dotata
Comoda e ben rifinita, ha un motore brillante e regolare, frena bene e ha l’ABS di serie, ma vibra un po’ in alto. Prezzo interessante anche in  versione “granturismo”
Prezzo: 
€ 9.290
Peso: 
204,0 kg
Potenza: 
64,1 CV
Velocità: 
180,9 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    4
su strada
La Versys riesce a mettere a proprio agio in pochi istanti qualsiasi pilota e con qualsiasi esperienza. La posizione di guida è rilassata, con le gambe piegate il giusto e le braccia naturalmente distese verso il largo manubrio. Adatta anche ai neofiti (per i quali c’è la versione depotenziata a 35 kW), infonde fiducia tra le curve perché è  maneggevole e facile da guidare (persino in questa versione Grand Tourer con le sue tre grandi valige), grazie alle sospensioni efficaci regolate per la guida turistica. In coppia e a pieno carico la Versys va condotta con comandi dolci, senza “strappi”, ma basta irrigidire un po’ la forcella per divertirsi sulle strade di montagna. Convince anche il motore: il “twin” Kawasaki ora è più corposo ai medi regimi, frulla allegro dai 2.500 giri e spinge bene fino a quota 7.000 (oltre la spinta cala notevolmente, conviene passare alla marcia successiva). Giudizio positivo anche sull’impianto frenante potente e modulabile, specialmente all’anteriore, e sull’ABS che interviene solo quando è davvero necessario.

in autostrada
La posizione in sella è perfetta per macinare chilometri e anche il passeggero non ha di che lamentarsi. Ottima la protettività del parabrezza (tra l’altro regolabile in altezza in pochi istanti) che lascia esposta all’aria solamente la parte superiore del casco. Le sospensioni digeriscono bene anche l’asfalto più rovinato, mentre il set di valige di serie consente di caricare quello che serve per una bella vacanza. Manca però il cavalletto centrale, non è disponibile nemmeno come optional. Molto buoni i consumi: si viaggia generalmente sui 17 km/l, ma è difficile fare meno di 15 km/l, mentre con una guida attenta si sta senza problemi sopra i 25 km/l. Il risultato è un’autonomia eccellente, attorno ai 450 km con un pieno. Le uniche note negative riguardano la corsa del comando del gas troppo lunga e le solite vibrazioni che affliggono da sempre la Versys. I nuovi supporti in gomma hanno però migliorato nettamente la situazione: ora le vibrazioni diventano fastidiose solo oltre i 140 km/h, cioè ad andature “fuorilegge”.

in città
Snella e maneggevole com’è, la Versys può essere una valida alternativa ai maxiscooter per gli spostamenti in città, soprattutto se nel percorso casa-ufficio si devono affrontare autostrade o tangenziali. Se si tratta di una Grand Tourer però bisogna togliere le valige laterali, per alleggerirla e “svicolare” senza fatica tra le auto in colonna. Nel traffico si apprezzano il manubrio largo il giusto, la sella non troppo alta e la frizione morbida e robusta, che stanca solo dopo un uso davvero intenso. Piace anche il motore bicilindrico brillante nello scatto al semaforo e molto elastico, riprende senza strattonare già da 2.000 giri e permette di usare poco il cambio (peraltro morbido e preciso), riducendo lo stress e migliorando il comfort di marcia del pilota e dell’eventuale passeggero. Soddisfacente anche le sospensioni. Bene l’impianto frenante con un ABS a punto, mai entrato in funzione a sproposito.
PROVE CORRELATE

Kawasaki Versys

  • Prezzo€ 9.490
  • Peso216 Kg
  • Serbatoio21,0 l
  • Altezza sella84 cm
  • Lunghezza217 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE