PROVA

Husqvarna Svartpilen 401 2018

Husqvarna Svartpilen 401, stile svedese anima latina
Compatta ed elegante, la Svartpilen ha un motore  grintoso e una ciclistica a punto. Ben costruita e rifinita, costa un po’ cara
Prezzo: 
€ 6.550
Peso: 
151,5 kg
Potenza: 
43,7 CV
Velocità: 
163,9 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Su strada
La Svartpilen 401 ha una posizione di guida “aggressiva” ma comoda, grazie al rapporto corretto tra sella, manubrio e pedane. L’imbottitura della sella piuttosto dura non crea problemi negli spostamenti brevi, mentre l’elevata altezza da terra è mitigata dalla sella stretta e dalla sagoma snella che consente di poggiare i piedi a terra anche a chi è di corporatura minuta. Il motore sorprende per il suo vigore ai bassi: il monocilindrico spinge forte da subito e lo spunto in ripresa è ottimo, persino nelle marce alte. Il peso ridotto la rende molto reattiva e precisa: sullo stretto è un vero spasso, si passa da una curva all’altra in un lampo senza esitazioni e imprecisioni. Le sospensioni tarate sul rigido sono perfette per la guida “allegra”, garantendo una stabilità granitica in percorrenza anche nei curvoni più veloci. Ottima la frenata: il disco anteriore è più che adeguato per gestire la massa della Svartpilen e nelle staccate al limite si può contare sulla frizione antisaltellamento di serie.

In fuoristrada
Anche se monta di serie gomme tassellate e un manubrio col traversino di rinforzo, la Svartpilen non è a suo agio quando si abbandona l’asfalto. La limitata escursione delle sospensioni e le pedane arretrate non favoriscono le evoluzioni in fuoristrada. Al massimo la Svartpilen può affrontare qualche strada bianca, ma il merito va più che altro alle ottime Pirelli Scorpion Rally STR (le stesse gomme della Scrambler Desert Sled).

In autostrada
Il piccolo portapacchi sul serbatoio non è un accessorio “da viaggio” e le autostrade non sono sicuramente l’ambiente migliore per godersi la Svartpilen. Il pilota è completamente esposto all’aria e la leggerezza della moto, tanto apprezzabile in città e nel misto, diventa un difetto in velocità perché il pilota e la moto soffrono gli spostamenti d’aria, soprattutto in fase di sorpasso. Anche il motore monocilindrico non è il massimo per l’utilizzo autostradale: a 120-130 km/h le vibrazioni su sella e manubrio diventano un po’ fastidiose, e a queste velocità diventa anche piuttosto “assetato” a causa della rapportatura corta. 

In città
La piccola scrambler svedese sembra nata per la città: guizza tra le auto in coda come un salmone nella corrente, negli stop-and-go tipici della guida in città è un fulmine e allo scattare del verde “dà la paga” anche a moto molto più potenti di lei. Le manovre da fermo sono un gioco con la Svartpilen e il manubrio alto offre sempre un controllo totale della situazione. L’unico aspetto migliorabile è la risposta un po’ secca delle sospensioni su buche e pavé, soprattutto al posteriore. Ottima invece la risposta dei freni e soprattutto dell’ABS, efficace ma poco invasivo. In città diventa accettabile anche la sistemazione del passeggero: la sella è corta e lo spazio risicato, ma per i brevi spostamenti urbani il pilota (maschio o femmina che sia) può fare un piccolo sacrificio per il compagno o la compagna... Sarà la “prova d’amore” del nuovo millennio?
PROVE CORRELATE
  • 12 Ottobre 2011
    Ha un motore potente e sospensioni adatte anche alla guida sportiva, ma è facile da guidare e abbastanza comoda. Vibrazioni fastidiose agli alti regimi.

Husqvarna Svartpilen

  • Prezzo€ 6.550
  • Peso150 Kg
  • Serbatoio9,5 l
  • Altezza sella84 cm
  • Lunghezza0 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE