PROVA

Ducati Multistrada 950 2017

Ducati Multistrada 950, sempre "multi", ma più facile
La crossover Ducati con motore “piccolo” è meno impegnativa  della 1200 per prestazioni e prezzo 
Prezzo: 
€ 13.690
Peso: 
226,5 kg
Potenza: 
106,1 CV
Velocità: 
217,5 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    4
su strada
La posizione di guida è quasi perfetta: il pilota è ben inserito nella moto, col busto eretto, braccia e gambe piegate correttamente e tanto spazio. Chi è di corporatura minuta ha qualche difficoltà ad appoggiare i piedi e nelle manovre, per via della seduta a 84 cm da terra, ma è disponibile come optional la sella bassa a 82 cm da terra. In movimento invece il discorso cambia e i 226 kg risultano ottimamente gestibili. Nella guida su strada la Multistrada 950 è una vera Ducati: maneggevole e scattante, scende in piega fluida e graduale, grazie anche al cerchio da 19 pollici ereditato dalla Multistrada Enduro. Il cambio è valido, ma talvolta poco preciso in scalata, mentre le sospensioni hanno una taratura standard morbida, perfetta per viaggiare ma non per la guida sportiva (sono però completamente regolabili, ci vuole poco per sistemarle).  Discorso opposto per i freni molto potenti che vanno dosati con attenzione perché “mordono” forte e subito, mentre dovrebbero essere più modulabili. Abbiamo lasciato per ultimo il motore:  potente ma non impegnativo come quello della sorellona 1200,  è il vero “pezzo forte” della Multistrada 950. Sotto i 2.500 giri “strappa” un po’, poi comincia a spingere con vigore, ha un attimo di incertezza verso i 4.500 giri e poi dai 5.000 giri si scatena e allunga (con una “voce” degna di una SBK) fino a 10.000 giri. Meglio però cambiare marcia prima, intorno agli 8.000 giri, per sfruttare il regime di massima coppia. Il carattere del bicilindrico Testastretta da 937 cm3 cambia parecchio nei diversi “riding mode”. In modalità Sport eroga i suoi 106,1 CV (rilevati alla ruota) con cattiveria ed è prontissimo a rispondere all’acceleratore, ma nell’uso normale è molto meglio la Touring, la più godibile, sempre a potenza piena ma con un’erogazione nettamente più “educata”. Nelle modalità Urban ed Enduro la potenza è di “soli” 73 CV e l’erogazione è meno vigorosa sotto ai 5.000 giri, ma per affrontare gli sterrati (Enduro) e l’asfalto bagnato (Urban), cioè per viaggiare in condizioni di scarsa aderenza, sono perfette.  

in autostrada
La Multistrada 950 è un’ottima moto da viaggio: comoda per il pilota e anche per il passeggero, offre un buon riparo dall’aria. Le sospensioni con taratura “morbida” assorbono le irregolarità della strada, i consumi sono contenuti e l’autonomia elevata, grazie al serbatoio da 20 litri. Unico problema, le vibrazioni in zona sella intorno ai 7000-8000 giri: ma a questi regimi siamo già ben oltre i 130 km/h...

in città
Ci si muove bene anche nel traffico con la Multistrada 950: il raggio di sterzo è contenuto e la maneggevolezza è buona, persino con le borse (optional quasi obbligato su questa moto) che non ingombrano più di tanto. Le sospensioni morbide assorbono buche e pavé senza battere ciglio, mentre in mappatura Urban si viaggia senza troppi pensieri persino sul pavé bagnato. E l’ABS regolabile su tre livelli è sempre pronto a evitare che una “pinzata” esagerata possa bloccare le ruote.
PROVE CORRELATE

Ducati Multistrada

  • Prezzo€ 13.990
  • Peso204 Kg
  • Serbatoio20,0 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza0 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE