PROVA

Ducati Multistrada 1260 Pikes Peak 2018

Multistrada 1260 Pikes Peak: una Ducati per fare tutto
La crossover di Borgo Panigale è il riferimento della categoria, come tecnologia e come prezzo: il bicilindrico da 158 cavalli permette di togliersi ogni tipo di soddisfazione, ben assistito da sospensioni Ohlins e da un'elettronica raffinata. La cifra da spendere per mettersi nel box il gioiello di Ducati è superiore ai 25mila euro
Prezzo: 
€ 25.690
Cilindrata: 
1.262,0 cm3
Peso: 
229,0 kg
Potenza: 
158,0 CV
Velocità: 
230,0 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    5
Appena si monta in sella si percepisce subito la posizione sportiva, ma corretta: è piuttosto d’attacco, cioè caricata in avanti per “sentire” la ruota. Il comfort è comunque buono, col pilota ben “inserito” nella moto e protetto dall’aria. Tanto spazio anche per il passeggero, che non ha niente di cui lamentarsi. La tenuta di strada è ottima: sicura, stabile e maneggevole, sembra di guidare una sportiva da pista, ma col manubrio alto. Il bicilindrico della Multistrada 1260 ha un’erogazione fluida e regolare ai bassi e medi regimi e in generale è molto più “educato” del 1200 delle precedenti versioni. Ma resta un motore Ducati con un’indole sportiva e un’erogazione piena e corposa tra i 3 e i 6.000 giri: se si spalanca il gas i suoi 143 CV (rilevati alla ruota) sembrano molti di più. La Ducati vanta una coppia massima di 117,9 Nm a 7.700 giri e il pilota deve impegnarsi a fondo per tenere sempre il mezzo sotto controllo.
La Ducati è imbattibile nei percorsi guidati e nel misto stretto, grazie alla maneggevolezza e alla rapidità degni di una supermotard. Il motore però è da supersportiva e urla come una moto da pista! Il cambio è morbido e preciso negli innesti anche quando si alza il ritmo, come quelli delle “rosse” da pista. L’impianto frenante è come quelli delle superbike di Borgo Panigale: basta un dito per fermarsi in pochi metri.
La Multistrada sfoggia un cupolino basso e rastremato, bello da vedere ma non efficacissimo in autostrada. Utile e ben fatto invece il cruise control, tra l'altro di serie. I consumi sono discreti: con una andatura ragionata si riesce a tenere una media di 17,3 km, ma se si insiste sull'acceleratore il discorso cambia decisamente. Nonostante la cavalleria, grazie alla mappa Urban la Ducati diventa utilizzabile senza problemi anche nel percorso casa-ufficio, anche se il motore Ducati va tenuto sopra i 2500-3000 giri. La maneggevolezza è buona, nonostante il peso in ordine di marcia superiore ai 230 kg.


 
PROVE CORRELATE
  • 19 Ottobre 2021
    La bicilindrica di Borgo Panigale non lascia niente a desiderare in termini di prestazioni, ma è anche una moto che si può usare nella vita quotidiana, quasi in ogni situazione
  • 17 Dicembre 2020
    La moto di Borgo Panigale è nata per rompere gli schemi: linee muscolose, gomme ultralarghe, indole sportiva. A metà tra un dragster e una cruiser, impressiona per la dotazione tecnica e il prezzo, non alla portata di tutte le tasche
  • 20 Agosto 2020
    Borgo Panigale ha inventato la "cruiser sportiva": una moto divertente, con un motore desmodronico "esagerato" che regala grandi emozioni. Qualità e design sono all'altezza del prestigio del marchio. Ha sospensioni raffinate ma nei lunghi trasferimenti stanca parecchio il pilota

Ducati Multistrada

  • Prezzo€ 25.690
  • Peso206 Kg
  • Serbatoio20,0 l
  • Altezza sella83 cm
  • Lunghezza0 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Voge Valico 500DS 2021
    La crossover cinese offre molto a un prezzo contenuto: le sue concorrenti sono la Honda CB 500 X e la Benelli TRK 502 X e la Valico se la gioca sotto diversi punti di vista. Il motore non offre prestazioni da capogiro, ma l'insieme è ben riuscito e la qualità generale è più che soddisfacente
  • BMW R 1250 RT 2022
    In viaggio è il top, ma va bene persino in città (facendoci l’occhio). Ha una dotazione elettronica al top. E un prezzo... al top (con gli optional “obbligati”)
  • Suzuki GSX-S 1000 2021
    La quattro cilindri di Hamamatsu è tutta nuova, nella sostanza e nell’aspetto. Presenta linee spigolose da streetfighter “futuristica”, ma ha potenza da vendere anche per le scappate fuori porta. Il prezzo è corretto, anche se l'equipaggiamento è leggermente migliorabile
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet