PROVA

BMW Serie F GS F 750 GS 2020

BMW F 750 GS, la virtù sta nel mezzo
La “piccola” GS è una poco impegnativa e comoda per l’uso quotidiano. Il motore “spinge il giusto” e su strada è efficace sia quando si passeggia, sia quando si vuole forzare il ritmo. Buona la qualità percepita, ma gli optional “obbligati” fanno lievitare il prezzo
Prezzo: 
€ 10.200
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    3
Su strada
Una volta in sella si apprezza l’altezza della seduta da terra, non esagerata, che permette a tutti o quasi di appoggiare i piedi per terra. Il pilota sta comodo con il busto eretto e le braccia ben protese verso il manubrio. Il bicilindrico in linea ha un’erogazione simile a quella di un bicilindrico a V e spinge vigoroso ai bassi e medi regimi, pagando qualcosina in termini di allungo. Ottime la maneggevolezza e l’agilità sfoderata tra le curve che le consentono sia di passeggiare tranquilli, dia di divertirsi un po’ forzando il ritmo.

In autostrada
La posizione di guida neutra e la buona protezione rendono la GS una moto adatta ad affrontare comodamente qualsiasi trasferta, anche impegnativa con passeggero e bagagli al seguito. Lo spazio a bordo è tanto e il motore “frulla” bene ai giri bassi anche alle medie velocità. In ottica protezione dall’aria, il cupolino di serie della 750 GS è forse un po’ troppo basso, ma come optional è presente quello maggiorato e più protettivo. Ottime le sospensioni, morbide il giusto e ben tarate. Purtroppo di serie non sono regolabili, per poter intervenire bisogna montare l’optional Dynamic ESA (470 euro) che permette di registrare in ogni caso solo il mono posteriore. Buona la frenata, ma la leva anteriore va strizzata con forza.



In città       
La BMW f 750 GS nel traffico se la cava alla grande, merito delle misure e del peso abbastanza contenuti. Tra le macchine ci si muove con facilità e anche le manovre da fermo sono più semplici di quello che l’altezza della sella potrebbe far supporre, merito della buona svasatura laterale della seduta che consente di poggiare stabilmente i piedi a terra. Anche il passeggero è trattato molto bene: la sua porzione di sella è ampia e ben imbottita, le pedane non troppo rialzate e i maniglioni consentono di avere sempre una presa sicura. Buono il comportamento su pavè e rotaie del tram, così come è sempre efficace l’intervento dell’ABS e del controllo di trazione.
PROVE CORRELATE
  • 17 Maggio 2019
    La R 1250 GS ha una spinta ai bassi impressionante e un allungo da sportiva. La ciclistica è all’altezza delle prestazioni, la dotazione di serie è buona. Il prezzo è alto e sale ancora con gli  optional “obbligati “
  • 27 Aprile 2018
    Sembra nata per le avventure, in realtà è una gran bella stradale, divertente come tutte le R nine T, con cui fare un po’ di sterrato. Ha buone prestazioni, dotazione essenziale, prezzo un po’ alto
  • 15 Maggio 2017
    Manubrio e scarico rialzati, motore raffreddato ad aria e design minimalista  per la bella Scrambler di BMW. Non va bene per viaggiare, per tutto il resto sì ed è un piacere da guidare. Dotazione scarsa, visto il prezzo

BMW Serie F GS

  • Prezzo€ 10.200
  • Peso224 Kg
  • Serbatoio15,0 l
  • Altezza sella77 cm
  • Lunghezza223 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 125 2019
    La Ninja 125 è una sportivetta bella, ben rifinita, facile da guidare e parecchio divertente. Noi l'abbiamo messa alla frusta su strada e in pista, ecco come va
  • Moto Morini Milano 2020
    La naked di Moto Morini è ben fatta, piacevole da usare tra le curve e in città. Buone le prestazioni, efficace la frenata
  • Zontes ZT 310-V 2019
    Zontes è un marchio del gruppo cinese Tayo Motorcycle, da poco presente in Italia. La ZT 310-V rappresenta una entry level nel settore crusiser: monta un monocilindrico di 312 cm3, il telaio è a traliccio e al posteriore monta due ammortizzatori posteriori. Il design moderno, un prezzo contenuto e la facilità di utilizzo sono i suoi punti di forza