PROVA

Benelli TRE K 1130 K 2012

Sportiva e comoda "divora" l'asfalto
Motore e ciclistica sono quelli di una naked cattiva, comfort e protettività sono da “moto per tutti i giorni”. Ottima nelle strade guidate ma le vibrazioni si sentono.
Prezzo: 
€ 11.900
Cilindrata: 
1.131,0 cm3
Peso: 
221,5 kg
Potenza: 
107,0 CV
Velocità: 
215,4 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    2
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3

Su strada

Il meglio della TreK si gode in accelerazione, specie con la taratura “full power” della centralina. La moto è precisa e sincera, si inserisce rapida in curva. Nella fase di percorrenza però l’acceleratore va usato con attenzione. Anche in uscita non si può spalancare il gas fino a che la moto non è quasi diritta, poiché i CV vengono scaricati a terra con violenza. Per fortuna le sospensioni di qualità e ben tarate permettono di controllare i modi “bruschi” del motore. L’impianto frenante dietro è ben a punto, mentre davanti è poco modulabile.




In autostrada

La posizione di guida è comoda: c’è spazio abbondante anche per piloti di elevata statura, mentre la sella e il serbatoio hanno una forma ergonomica e sono ben raccordati tra loro. Peccato che già a velocità autostradali “legali” si avvertano vibrazioni sul manubrio e soprattutto sul telaio, mentre il cupolino piuttosto basso protegge poco e lascia le spalle scoperte, limitando il comfort. Il motore è una goduria, sempre pronto a salire di giri: ogni accelerata decisa costringe ad aggrapparsi al manubrio, tanta è la coppia specie ai medi regimi.




In città

Le dimensioni compatte, malgrado la cilindrata, e la posizione in sella quasi perfetta permettono di controllare bene la TreK nell’uso urbano. Anche qui però l’erogazione brusca del motore, privo di coppia in basso ed “esplosivo” ai medi, rende impegnativa la guida nei tratti lenti. Le sospensioni assorbono le asperità stradali come si deve, senza trascurare le esigenze di una moto sportiva, mentre il calore smaltito dal radiatore nella classica posizione anteriore (la TNT ce l’ha posizionato lateralmente) non disturba. Un ulteriore aiuto nell’uso cittadino arriva anche dagli specchi e dal cavalletto facile da azionare.

PROVE CORRELATE
  • 24 Agosto 2018
    Agile nel traffico e stabile a tutte le velocità, la Leoncino 500 ha un bicilindrico vigoroso e una ciclistica a punto. Buone finiture, prezzo aggressivo
  • 18 Maggio 2018
    Comoda e ben costruita, la TRK 502 ha buone prestazioni, dimensioni adatte a tutti ed è facile da guidare. La dotazione di serie è ricca e il prezzo invitante
  • 01 Gennaio 2015
    La naked Benelli ha linee aggressive ma va bene anche per i piloti alle prime armi, perché è facile da guidare e ha un motore poco impegnativo.
    Il prezzo è interessante, ma qualche finitura è migliorabile e non ha l’ABS

Benelli TRE K

  • Prezzo€ 12.900
  • Peso208 Kg
  • Serbatoio22,0 l
  • Altezza sella85 cm
  • Lunghezza217 cm
COMMENTI
Ritratto di VincenzoLt1973
20 Aprile 2012 ore 14:48
non capisco la differenza tra il commento (che ho messo in oggetto) e lo schema sopra che gli da 3 stelle su 5
Ritratto di OrsoMarsicano
OrsoMarsicano Kawasaki Ninja ZX-6R 636 2005
20 Aprile 2012 ore 18:03
il tre cilindri benelli è sempre stato un propulsore molto interessante. Forse un po' troppo rabbioso ai bassi, soprattutto per una moto "turistica". All'eicma ho visto però che l'Amazonas è stata ammorbidita nell'erogazione. Fosse vero sarebbe la quadratura del cerchio!
Ritratto di Alberto Rapini
24 Aprile 2012 ore 11:31
Con il controllo di trazione e l'ABS sarebbe a posto!
Ritratto di andreapaolo68
andreapaolo68 Kawasaki Versys 650 2012
03 Maggio 2012 ore 19:09
Ad andature piuttosto allegre nelle staccate la ruota posteriore perde troppa aderenza ondeggiando spaventosamente e una volta che si esce dalle curve lente e si da gas "a paletta" si ha la senzazione che l'avantreno vada per cavoli suoi. A parer mio ha un telaio non adatto al motore che è troppo potente.
Ritratto di NP52M4
04 Maggio 2012 ore 19:09
andreapaolo68, il problema che descrivi l'avevo avvertito anche io in maniera minima: è bastato regolare bene il mono posteriore. Comunque le foto pubblicate ritraggono un modello di TreK pre-2012. Il model year 2012 è prodotto solo nelle colorazioni bianca e grigia, e ha la frizione idraulica nonchè le frecce posteriori e anteriori differenti.
Ritratto di trek 74
16 Maggio 2012 ore 13:22
Hanno rispolverato una vecchia prova. Se volete vedere come é fatta la nuova,la trovate su motociclismo di aprile in una comparativa con bmw,ktm etc...l'ultima versione é stata migliorata in molti particolari tipo forche anteriori regolabili,verniciatura telaio e altri particolari piú accurata, erogazione meno brutale. Il vero problema é trovarla...i pochi conce benelli in circolazione oramai vendono quasi solo scooter..ci sono intere regioni scoperte dalla rete vendita/assistenza.
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 400 2018
    La Ninja per 18enni (e non solo) è ben fatta e controllabile, ma tira fuori le unghie quando c’è da guidare sul serio. Prezzo OK
  • Yamaha Niken 2018
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità
  • BMW Serie R GS R 1250 GS Adventure Exclusive 2019
    La R 1250 GS ha una spinta ai bassi impressionante e un allungo da sportiva. La ciclistica è all’altezza delle prestazioni, la dotazione di serie è buona. Il prezzo è alto e sale ancora con gli  optional “obbligati “