NOVITA' MOTOCICLISMO

Ural Hybrid 13-14: l'ultima a carburatori

La Ural si prepara a una piccola rivoluzione: lo storico bicilindrico boxer dei sidecar russi verrà dotato di alimentazione a iniezione elettronica e, per salutare i carburatori, verrà prodotta una versione in tiratura limitatissima chiamata Hybrid 13-14, con l'ultimo motore a carburatori e dettagli tecnici dei modelli 2015

Ural Hybrid 13-14: l'ultima a carburatori
Un misto fra vecchio e nuovo
Ural da sempre è fedele al progetto realizzato negli anni 50 "ispirandosi" alle BMW della fine degli anni '40  ma per il 2015 si prepara a una rivoluzione: i nuovi modelli avranno l'alimentazione a iniezione elettronica, quindi addio agli amati carburatori e a un pezzo dell'anima di queste moto. Il cambiamento è obbligatorio per via delle normative antinquinamento europee e internazionali, a una trasformazione del genere era stata costretta qualche anno fa anche Royal Enfield, altra casa legatissima alla tradizione. Per celebrare la fine di una storia Ural ha deciso di realizzare un'ultima versione a carburatori che verrà prodotta in soli 25 pezzi con il nome di Hybrid 13-14. Il termine "Hybrid" identifica una versione a metà strada fra la vecchia e la nuova: il motore sarà l'ultimo della serie a carburatori, mentre ciclisticamente troviamo le novità della Ural Next Generation che debutterà nel 2015, con tre freni a disco, ammortizzatore di sterzo, filtro aria maggiorato e filtro olio interno al motore. Telaio e carrozzeria sono in acciaio verniciato a polvere in nero opaco e grigio asfalto. Inoltre in dotazione ci sono baule posteriore e luci supplementari e paramani Barkbuster.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    15 Dicembre 2020
    Ural ha aggiornato i suoi motori proponendo il nuovo Ranger omologato Euro 5. Si tratta del primo modello della famiglia di sidecar ad aggiornarsi alla nuova normativa, a dimostrazione che pur trattandosi di un mezzo "antico" ha ancora tanti estimatori
  • Green Planet
    02 Novembre 2020
    Yamaha torna sull’ibrido con un nuovo progetto assai differente da quanto finora visto in campo motociclistico. Lo scooter, che sembra un Tmax, è in realtà un elettrico “puro” ma utilizza un piccolo monocilindrico a benzina solo per ricaricare le batterie e aumentare così l'autonomia
  • Green Planet
    21 Novembre 2018
    Il produttore russo ha presentato al Progressive Motorcycle Show di Long Beach il prototipo di una versione elettrica del suo celebre sidecar. Realizzato sfruttando come base la ciclistica della versione a benzina, l'Electric è stato sviluppato in collaborazione con Zero Motorcycles che ha fornito motore e batterie