NOVITA' MOTOCICLISMO

Tutti contro il blocco degli Euro 1 a Roma

La decisione del comune di Roma di bloccare la circolazione delle due ruote quattro tempi Euro 1 ha fatto infuriare i motociclisti romani, ora ANCMA, FMI e CIM hanno chiesto ufficialmente al sindaco Alemanno di ritirare il divieto

Tutti contro il blocco degli Euro 1 a Roma

I motociclisti si ribellano

Il Comune di Roma ha deciso che da novembre dal lunedì al venerdì, all'interno dell'anello ferroviario, non potranno più circolare le due ruote quattro tempi Euro 1. Una decisione che ha mandato su tutte le furie i motociclisti romani, portavoce di questo malcontento le associazioni di settore  FMI (la Federazione Motociclistica Italiana), Ancma (l'Associazione Ciclo e Motociclo) e CIM (Coordinamento Italiano Motociclisti) che hanno chiesto il ritiro immediato del provvedimento, con una lettera indirizzata al sindaco Alemanno e all'Assessorato alle Politiche Ambientali. Roma è una città che vive la maggior parte dell'anno su due ruote, lo dimostrano i 600.000 mezzi circolanti fra moto e scooter, molti di questi Euro 0 ed Euro 1, che sono poco influenti sull'inquinamento della città rispetto a un'auto o a un mezzo pesante. Una decisione simile era stata presa dal Comune di Milano per la famigerata Area C, all'interno della quale era stata vietata la circolazione dei veicoli Euro 0 due e quattro tempi. In questo caso dopo la protesta di ANCMA che, dati alla mano, aveva dimostrato l'inutilità del divieto, il Comune aveva riaperto le porte agli Euro 0 4T (qui la news).

 



COMMENTI
Ritratto di OrsoMarsicano
OrsoMarsicano Kawasaki Ninja ZX-6R 636 2005
19 Ottobre 2012 ore 18:17
Un motorino Euro1 consuma molto meno di un'auto euro4. E ancora rompono con questi divieti.
Ritratto di xericos
22 Ottobre 2012 ore 18:23
Io in casa ho solo mezzi euro 0, Moto Vespa e purtroppo non possono più circolare, ho rosicato, ma alla fine ho accettato la cosa, pensando che la mia lml 2 tempi, ma euro tre potesse circolare regolarmente, ed invece sembrerebbe che con blocchi alla circolazione, perchè 2 tempi, anche se omologata euro 3, non potrà più circolare, inoltre essendo in cassa integrazione non mi posso nemmeno permettere l'acquisto di un nuovo mezzo, non essendoci i soldi, ora mi chiedo a cosa serva in un momento di crisi, come quello attuale, di effettuare tutti queste penalizzazioni, anche perchè si sa Roma non è molto organizzata per quanto riguarda il trasporto pubblico, che in molte zone è carente inefficiente, senza tenere conto che non sempre è possibile effettuare l'acquisto del biglietto a bordo, c'erano le macchinette, ma non le ho più viste, da me devo almeno farmi 3 fermate prima di arrivare da qualcuno che venda il biglietto, ne consegue che spesso me la faccio a piedi o purtroppo senza il titolo di viaggio. Inoltre ho un vecchio camper, diesel euro zero, ho chiesto la possibilià di cambiarlgi motore con uno benzina, esiste la stessa versione anche benzina e mi è stato negato, qui dovrò emigrare in Germania per poterlo rendere benzina e gpl, quando si sa benissimo che potrebbe essere omologato a metano, visto che questo gas si sposa benissimo con il diesel e, senza troppe modifiche farlo andare tranquillamente, ma anche qui nulla, siamo proprio arretrati, mentalmente e burocraticamente. Viva l'Italia
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    02 Dicembre 2020
    Super Heroes Ride Link è l'hashtag della nuova campagna promossa da Link, azienda USA specializzata in servizi di sharing con monopattini elettrici. L'offerta è dedicata agli operatori sanitari impegnati nella lotta al Covid-19 e prevede per loro 10mila corse gratuite
  • News
    14 Ottobre 2020
    Il custom torna nella Capitale con un salone che si preannuncia molto ricco, ovviamente nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19: la quinta edizione dell'Eternal City aprirà le porte al RagusaOff, nell'ex rimessa Atac di piazza Ragusa. Tantissime special, molta musica e una lotteria per vincere un'H-D XL 1200 Iron 
  • Green Planet
    29 Settembre 2020
    Attiva dal 2017, eCooltra rafforza la sua presenza nella Capitale con nuovi scooter elettrici in condivisione. Il gruppo spagnolo ha annunciato infatti l’intenzione di ampliare la flotta romana nell’arco dei prossimi mesi