NOVITA' MOTOCICLISMO

Pendolo dalla diga con la Vespa, altra impresa di Schachermayr - VIDEO

Lo stunt austriaco si è buttato dalla diga di Schlegeis, nelle Alpi dello Zillertaten: dalla sommità al suolo c’è un salto di 131 metri ma Schachermayr non è arrivato fino in fondo: l’obiettivo, pienamente centrato, era fare un gigantesco pendolo in sella allo scooter più famoso del mondo

Pendolo dalla diga con la Vespa, altra impresa di Schachermayr - VIDEO
Impresa da Guinness
Non è la prima volta che vi facciamo vedere le follie di Günter Schachermayr, deciso ad affermarsi come il più pazzo performer in sella a una Vespa (qui e qui altre sue imprese fenomenali). Günter, 42 anni, di Steyr, sembra essere sulla strada giusta: questa volta si è buttato dalla diga di Schlegeis, nelle Alpi dello Zillertaten. Dalla sommità al suolo c’è un salto di 131 metri ma lo stuntman austriaco non è arrivato fino in fondo: l’obiettivo, pienamente centrato, era fare un gigantesco pendolo in sella allo scooter più famoso del mondo.
Schachermayr ha preparato l’impresa fin nei minimi dettagli insieme a un team di diverse persone. È stata realizzata appositamente una corda in fibra di una lunghezza spropositata, fissata da un capo a una struttura sulla diga e dall’altro alla Vespa. Lo scooter stesso è stato profondamente modificato, rinforzando la scocca con l’aggiunta di barre metalliche piatte nelle zone più sollecitate, per metterlo in grado di resistere alla tremenda decelerazione cui è stato sottoposto, dell’ordine di 6G. Schachermayr era a sua volta imbracato al veicolo, per non rischiare di cadere nel vuoto.
È andato tutto secondo le previsioni, ma non sono mancati i brividi: «Dopo avere controllato le corde e le imbracature di sicurezza ho scavalcato la ringhiera per salire sulla piattaforma di lancio – ha raccontato poi Günter – ma ho sentito le ginocchia tremare, perché sapevo che a quel punto non mi sarei più potuto tirare indietro. Il momento in cui sono saltato dalla diga è stato terrificante, all’improvviso tutto è diventato nero davanti ai miei occhi. Ho già fatto molti stunt con la mia Vespa, ma trovarmi a oscillare così vicino alla parete è stato spaventoso». Nei prossimi giorni questo e tutta la documentazione di prammatica verranno trasmessi al Guinness, per registrare l’ennesimo primato conquistato da Schachermayr.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    10 Settembre 2020
    Oggi come ieri, Vespa di conferma icona di stile ed eccellenza mondiale del design. Premiata con la Menzione d’Onore al Premio Compasso d’Oro ADI, la versione elettrica  di Vespa mantiene “lo spirito pionieristico ed innovatore di un brand”
  • News
    09 Settembre 2020
    Avete visto Guenter Schachermayr rischiare la pelle mentre si dondolava a 130 metri d’altezza da una diga in sella a una Vespa; con la Vespa dotata di paracadute lo avete visto buttarsi da un aereo, scalare l’albero della cuccagna, fare un percorso in immersione e volare con l’aquilone trainato da un motoscafo, sempre seduto sul suo scooter. L’obiettivo è stabilire nuovi record da iscrivere sul Guinness dei Primati.
  • Notizie dalla rete
    24 Agosto 2020
    La Vespa, molto probabilmente, è lo scooter più famoso al mondo. E come tale spesso ha subito tentativi di plagio. L'ultimo in ordine di tempo è quello della tedesca Kumpan che a EICMA 2018 presentò uno scooter parecchio simile a quello di Pontedera. Piaggio all'epoca fece ricorso, ma l'ente dell'Unione Europea che si occupa di brevetti ha dato ragione alla società teutonica