NOVITA' MOTOCICLISMO

Inquinamento atmosferico PM10, il rimedio è tutto italiano

Inquinamento PM10 - A Roma, Milano e l'Aquila sono stati già utilizzati con risultati incoraggianti gli abbattitori di polveri atmosferiche APA dell'italiana Is-TECH, un dispositivo che “cattura” l'aria inquinata, la ripulisce e la rimette in circolo

Inquinamento atmosferico PM10, il rimedio è tutto italiano
Un depuratore efficace
Alle volte le idee più semplici sono anche le più geniali, quella che hanno avuto i ragazzi della start-up italiana Is-TECH fa parte senza dubbio di questa categoria. Da qualche di tempo il loro sistema per eliminare l'inquinamento è in funzione a Milano, Roma e l'Aquila, gli APA (Air Pollution Abatement) sono abbattitori di Polveri Atmosferiche, cioè dispositivi che aspirano l'aria inquinata, la depurano e la rimettono "in circolo". Il principio di funzionamento è simile a quello che regola il ciclo naturale della pioggia: l'APA viene installato a circa un metro dal suolo e aspira l'aria inquinata, una volta all'interno, l'aria viene “bagnata” con del liquido in grado di imprigionare il PM10 e depositarlo in una vasca di raccolta. L'aria ripulita può così essere nuovamente rimessa nell'ambiente. La piattaforma APA, dopo 7 anni di studio in laboratori nazionali e internazionali, è stata sperimentata per oltre 2 anni in diversi stabilimenti industriali e in alcune aree urbane con buoni risultati, tra cui, appunto, i centri storici di Roma, Milano e L’Aquila. Ora Is-TECH sta valutando la possibilità di esportare questa tecnologia italiana all'estero, Praga, Pechino e Los Angeles sono le città che hanno dimostrato maggiore interesse per il sistema anti PM10. Per mettere a frutto al massimo gli APA, Is-TECH ha in programma di corredarli di spazi per cartelloni pubblicitari e anche di sistemi telematici connessi a internet in grado di offrire servizi di pubblica utilità per i cittadini.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    24 Luglio 2016
    A nulla sono servite le proteste: a partire dal 1 luglio, dalle 8 alle 20 di tutti i giorni feriali, l’area metropolitana di Parigi è vietata ai veicoli a due ruote immatricolati prima del 1 giugno del 1999. Preoccupati anche i motociclisti londinesi: nei piani del sindaco Sadiq Khan ci sarebbe una ULEZ (zona ad emissioni zero) di oltre 47 miglia, accessibile solo dietro il pagamento di 12,5 sterline
  • News
    14 Ottobre 2013
    Ambiente, l'inquinamento atmosferico nelle principali città italiane secondo Ispra è causato soprattutto dal riscaldamento domestico. Unica eccezione Roma. Moto e scooter non vengono mai nominati
  • Politica e trasporti
    29 Novembre 2011
    I sindaci di Milano e provincia si mettono d'accordo per ridurre i livelli di PM10. Dal 30 novembre bloccati in tutto il territorio provinciale i diesel Euro 3. Via libera a moto e scooter Euro 2: in città resta in vigore solo lo stop a motocicli e ciclomotori Euro 0 e 1 a due tempi. A Roma livelli di inquinamento da record: dal 1 dicembre scattano le targhe alterne.