NOVITA' MOTOCICLISMO

Honda, Yamaha e Hero tagliano i prezzi di moto e scooter in India

Moto - Il mercato delle moto in India è in costante crescita e i numeri sono da capogiro. Per incrementarli ulteriormente il governo ha deciso di incentivare ancora la produzione tagliando del 4% le tasse a chi produce nel paese. Honda, Yamaha e Hero sono già partite con gli sconti su tutto il listino

Honda, Yamaha e Hero tagliano i prezzi di moto e scooter in India
Sconti sulle moto di piccola cilindrata grazie allo stato
Yamaha, Hero e Honda abbassano i prezzi di tutto il loro listino in India, grazie alla riduzione delle accise dal 12 all'8% attuata dallo stato sulla produzione di moto. Tale decisione, ovviaemente, è ricaduta positivamente sui prezzi di listino dei modelli in vendita in India: Yamaha, ad esempio, ha annunciato che i prezzi scenderanno dalle 1.033 alle 3.066 rupie indiane a seconda del modello, una cifra irrisoria se convertita in euro (da 12 a 40 euro circa) ma che influisce non poco sul prezzo finale di questi prodotti, che, generalmente non superano i 1.000 euro. Ancora più sostanziosi gli sconti proposti da Honda, ad esempio, per la CBR 250 R il prezzo viene tagliato di 7.600 rupie, ovvero 89 euro. Per quanto riguarda Hero, infine, lo sconto maggiore raggiunge le 4.500 rupie, 52 euro.  Il Ministero della Finanza indiano ha varato una manovra economica che punta a far crescere ancora di più le aziende autoctone tagliando le tasse del 4% sulla produzione di auto e moto "popolari", quindi tutti quei mezzi economici utilizzati dalla maggior parte della popolazione. L'obbiettivo dello Stato indiano è quello di spingere ancora più aziende estere a investire realizzando impianti di produzione su tutto il paese. I prezzi più bassi inoltre faranno crescere la già enorme domanda interna, alimentando ancora di più unmercato che già rappresenta più dell'80% del mercato motociclistico mondiale. 
NOTIZIE CORRELATE
  • Industria e finanza
    14 Febbraio 2019
    Il presidente di Brembo Alberto Bombassei spiega il suo punto di vista sull’auto elettrica: i diesel di oggi sono più ecologici, nessuno contrasta le lobby dell’elettrico e, se è vero che a livello industriale Europa equivale a diesel, nel mercato mondiale il vecchio continente non è più al centro dell’industria manifatturiera. Ora c’è la Cina
  • Green Planet
    14 Febbraio 2019
    Nei Giardini Lucarelli stono stati piantati gli alberi donati a Comune di Milano da Yamaha. Tutto merito del progetto Treecity, iniziativa green promossa dalla Casa di Iwata per combattere la deforestazione
  • News
    11 Febbraio 2019
    MotoGP news – Jorge Lorenzo ha saltato i test di Sepang a causa dell'infortunio al polso sinistro. Il maiorchino sta facendo il possibile per recuperare quanto prima, ha già confermato la sua presenza per il secondo test in Qatar ma ha aggiunto: “Penso che sentirò un po’ di dolore ancora per due o tre mesi”