NOVITA' MOTOCICLISMO

Petizione per un'assicurazione dei motociclisti

Il Coordinamento Italiano Motociclisti vorrebbe creare in Italia una compagnia assicurativa per motociclisti come la francese Mutuelle des Motards per avere delle polizze a prezzi normali. Per farlo però è necessario costituire un fondo di garanzia

Petizione per un'assicurazione dei motociclisti

Come la Mutuelle francese

Il Coordinamento Italiano Motociclisti (CIM) è un’associazione impegnata da molti anni a tutela dei diritti dei motociclisti. Il CIM rappresenta la "sezione italiana" della FEMA, la federazione europea dei motociclisti che segue (tra l'altro) e "stimola" l'attività dei parlamentari europei con iniziative di vario genere. Ora il Coordinamento vorrebbe replicare in Italia il progetto francese della Mutuelle des Motard, un'assicurazione “autoprodotta e autofinanziata” dai motociclisti francesi, che da circa 30 anni garantisce ai “motards” d'oltralpe polizze su misura e in grado di calmierare il mercato. Un progetto nato alla fine degli anni ’70, per rispondere alla politica repressiva del governo nei confronti delle due ruote e all’impennata dei prezzi delle assicurazioni, culminato con una raccolta fondi dei motociclisti per costituire il capitale necessario ad avviare l'impresa.


RC a 200 euro

Il Coordinamento Motociclisti ha quindi avviato una petizione online per capire quanti motociclisti italiani possono essere interessati a fare parte del progetto. Se l'interesse dovesse risultare forte, potrebbe partire la raccolta dei fondi per la costituzione di un fondo di garanzia, indispensabile per far nascere una compagnia assicurativa (il fondo garantisce i risarcimenti). La cifra necessaria si aggira tra gli 1,5 e i 5 milioni di euro, che potrebbero essere messi insieme grazie a un contributo di circa 50 euro a testa (ipotizzando 50.000 motociclisti aderenti). Se il progetto dovesse andare a buon fine, il primo obiettivo della società di mutua assicurazione sarebbe quello di proporre delle assicurazioni RC a prezzi finalmente abbordabili, con costi inferiori a 200 euro. Per firmare la petizione, cliccate qui.


COMMENTI
Ritratto di dadario
15 Aprile 2013 ore 23:49
speriamo che sia serio il progetto e che parta!
Ritratto di franzz
16 Aprile 2013 ore 08:25
io sono costretto a napoli ha pagare 1800,00 euro e sto in 8° classe , e non solo le assicuraioni devono calare ma anche la benzina , che ci sono accise scadute
Ritratto di franzz
16 Aprile 2013 ore 08:52
il link non si apre volevo comunicare sta cosa
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    06 Marzo 2017
    L'improvvisa scomparsa di Luis Salom, a seguito di un incidente durante le prove libere di Moto2 a Barcellona, ha lasciato un segno profondo nel mondo del motociclismo. Il suo fan club, pr celebrarlo come si dve, vorrebbe che il tracciato dove ha perso la vita porti ora il suo nome. Ecco la petizione online da firmare
  • News
    15 Aprile 2014
    Dopo la risoluzione proposta (e approvata) a giugno dal Movimento 5 Stelle che prevede la sostituzione dei guard rail pericolosi, sulla piattaforma changhe.org è comparsa una petizione volta a raccogliere firme e far sentire la propria voce sull’argomento. I guard rail attuali sono delle trappole, è necessario fare qualcosa per cambiarli
  • Politica e trasporti
    05 Marzo 2014
    Il nuovo programma assicurativo di Triumph, realizzato in collaborazione con la filiale italiana del Gruppo assicurativo britannico RSA, è dedicato ai possessori delle motociclette inglesi. Consente di scegliere alcune garanzie aggiuntive come la polizza furto e incendio che copre anche gli accessori fissati stabilmente alla moto