NOVITA' MOTOCICLISMO

Petizione per un'assicurazione dei motociclisti

Il Coordinamento Italiano Motociclisti vorrebbe creare in Italia una compagnia assicurativa per motociclisti come la francese Mutuelle des Motards per avere delle polizze a prezzi normali. Per farlo però è necessario costituire un fondo di garanzia

Petizione per un'assicurazione dei motociclisti

Come la Mutuelle francese

Il Coordinamento Italiano Motociclisti (CIM) è un’associazione impegnata da molti anni a tutela dei diritti dei motociclisti. Il CIM rappresenta la "sezione italiana" della FEMA, la federazione europea dei motociclisti che segue (tra l'altro) e "stimola" l'attività dei parlamentari europei con iniziative di vario genere. Ora il Coordinamento vorrebbe replicare in Italia il progetto francese della Mutuelle des Motard, un'assicurazione “autoprodotta e autofinanziata” dai motociclisti francesi, che da circa 30 anni garantisce ai “motards” d'oltralpe polizze su misura e in grado di calmierare il mercato. Un progetto nato alla fine degli anni ’70, per rispondere alla politica repressiva del governo nei confronti delle due ruote e all’impennata dei prezzi delle assicurazioni, culminato con una raccolta fondi dei motociclisti per costituire il capitale necessario ad avviare l'impresa.


RC a 200 euro

Il Coordinamento Motociclisti ha quindi avviato una petizione online per capire quanti motociclisti italiani possono essere interessati a fare parte del progetto. Se l'interesse dovesse risultare forte, potrebbe partire la raccolta dei fondi per la costituzione di un fondo di garanzia, indispensabile per far nascere una compagnia assicurativa (il fondo garantisce i risarcimenti). La cifra necessaria si aggira tra gli 1,5 e i 5 milioni di euro, che potrebbero essere messi insieme grazie a un contributo di circa 50 euro a testa (ipotizzando 50.000 motociclisti aderenti). Se il progetto dovesse andare a buon fine, il primo obiettivo della società di mutua assicurazione sarebbe quello di proporre delle assicurazioni RC a prezzi finalmente abbordabili, con costi inferiori a 200 euro. Per firmare la petizione, cliccate qui.

 



COMMENTI
Ritratto di dadario
15 Aprile 2013 ore 23:49
speriamo che sia serio il progetto e che parta!
Ritratto di franzz
16 Aprile 2013 ore 08:25
io sono costretto a napoli ha pagare 1800,00 euro e sto in 8° classe , e non solo le assicuraioni devono calare ma anche la benzina , che ci sono accise scadute
Ritratto di franzz
16 Aprile 2013 ore 08:52
il link non si apre volevo comunicare sta cosa
NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    27 Luglio 2021
    Alcune misure "di dubbia efficacia" sulla RC auto hanno accelerato l'invecchiamento delle attuali regole di funzionamento del sistema bonus malus, "rendendole non più idonee a fornire una misurazione attendibile del rischio della guida”. Ania e Ivass concordi: urge una sostanziale revisione del metodo
  • Industria e finanza
    25 Maggio 2021
    La pandemia ha cambiato le esigenze dei consumatori a favore del mercato delle moto che segna un +10,2% di immatricolazioni e +20,4% di passaggi di proprietà nei primi 4 mesi del 2021 rispetto al 2019. Bene anche i premi assicurativi grazie alla maggior competitività tra le compagnie. Ecco il report dettagliato stilato da segugio.it
  • Industria e finanza
    22 Maggio 2021
    Utilizzati da migliaia di consumatori, alcuni (i principali) comparatori di prezzo attivi nel settore delle Rca avrebbero scambiato informazioni sensibili al fine di manipolare il mercato e consentire alle assicurazioni premi più altri. L’Antitrust avvia un’istruttoria: ecco chi è coinvolto