NOVITA' MOTOCICLISMO

Allo specchio - Kymco Downtown 300 ABS vs SYM Maxsym 400

Questi due scooter “made in Taiwan” offrono tanto senza costare una follia. Il Kymco è più maneggevole, il SYM più potente. Entrambi sono perfetti per il tragitto casa-lavoro

Allo specchio - Kymco Downtown 300 ABS vs SYM Maxsym 400
Gli scooter di media cilindrata sono un buon compromesso per chi cerca un mezzo adatto all’uso in città ma vuole (o meglio, deve) percorrere anche dei tratti in autostrada. Tra i più interessanti ci sono il Kymco Downtown 300i e il SYM Maxsym 400 che offrono entrambi buone prestazioni, un prezzo interessante e dotazioni complete persino del sistema l’ABS (come nei modelli in prova).
Sono due “scooter poltrona” con seduta bassa e spaziosa, accoglienti anche per il passeggero. Il Downtown offre più spazio per le gambe, mentre il Maxsym ha una maggiore capacità di carico e davanti sfoggia un doppio freno a disco con tanto di pinze radiali. Buona per entrambi la ciclistica che “nasconde” peso e dimensioni, un po’ meno bene la sospensione posteriore, risultata troppo “secca” sui due scooter.
Costano 4.500 euro il Downtown e 5.525 il Maxsym, se invece volete risparmiare (ma non lo consigliamo) esistono per entrambi anche le versioni senza ABS: il Downtown base costa 4.200 euro, il Maxsym 5.170 euro.



Downtown 300

Su strada
Il Downtown è a suo agio su ogni tipo di percorso. La ciclistica a punto gli permette di digerire allo stesso modo i curvoni veloci, i rapidi cambi di direzione ed è più rapido del SYM nell’impostare le curve. La guida risulta poco impegnativa in ogni situazione, la posizione di guida è comoda e il manubrio alto e per nulla affaticante. Il motore è pronto e scattante, l’impianto frenante fa il suo dovere senza impensierire, ma le sospensioni rigide mettono in crisi l’assetto sulle strada rovinate.
In autostrada
L’elasticità del motore permette sorpassi in tutta sicurezza e lo scudo protegge bene le gambe. Peccato invece per il parabrezza che lascia scoperte le spalle del pilota: nei viaggi lunghi dà fastidio. Alle alte velocità il Downtown è sempre rigoroso e preciso, attenzione però alla scia dei camion: l’avantreno tende un po’ ad alleggerirsi (ma senza arrivare a  reazioni fastidiose). Buoni consumi che si attestano su valori di poco superiori ai 20 km/litro. 
In città
Le dimensioni “abbondanti” si sentono solo da fermo: in movimento il Downtown è facile da manovrare anche negli spazi stretti. Buono lo spunto da fermo, ma in allungo il Maxsym fa meglio. Il manubrio alto permette di muoversi bene tra le auto in coda, ma l’assetto rigido fa sentire per bene il pavé. Sempre sicura la frenata anche se i comandi sono da azionare con decisione. Con l’ABS si viaggia tranquilli anche sotto la pioggia: il sistema è ben tarato.



Maxsym 400

Su strada
La posizione di guida è “regale”: la sella è soffice e spaziosa, il manubrio rialzato il giusto e la pedana ampia, si può scegliere se tenere le gambe piegate oppure distese. Buono il bilanciamento dei pesi che permette al Maxsym di affrontare con facilità anche le curve strette. Il motore offre spunto e CV sufficienti per disimpegnarsi in ogni situazione e allunga con grinta. La frenata è potente e l’ABS a punto, ma per avere una buona risposta è necessario strizzare le leve.
In autostrada
Sospensioni e telaio garantiscono una buona precisione di guida anche  ad andature autostradali, senza risentire delle scie dei camion. Buoni i freni, sempre pronti in ogni situazione. Lo scudo e l’ampio parabrezza regolabile proteggono bene pilota e passeggero (meglio del Downtown) anche in velocità. Agli alti regimi si avvertono però un po’ di vibrazioni all’altezza del manubrio e, soprattutto, salgono i consumi: siamo intorno ai 17 km/litro.
In città
Le dimensioni “abbondanti” del Maxsym si sentono solo nelle manovre da fermo: non appena ci si muove, lo scooter si dimostra agile e ben bilanciato. Nonostante il peso superiore al Kymco, in accelerazione il Maxsym è brillante e raggiunge in fretta velocità “proibite”. Un po’ “secco” però il comportamento delle sospensioni, non filtrano le asperità della strada anche se regolate nella taratura più morbida. Non male la frenata, pronta ed efficace grazie all’ABS.

 

I nostri rilevamenti

  Downtown 300 Maxsym 400
Vel. Max 138,9 153,1
Accelerazione    
0-400 metri 17,2 17,5
0-1000 metri 34,2 32,9
0-100 km/h 10,0 10,4
Ripresa da 50 km/h    
400 metri 15,0 15,0
1000 metri 32,1 30,8
Potenza max    
CV/kW 24,1/18 24,5/18,27
giri 7000 6700
Coppia max    
Nm/kgm 25,77/2,63 28,43/2,90
giri 6200 6000
Frenata    
da 100 km/h 43,8 43,1
Consumi    
Autostrada 19,7 16,9
Extraurbano 28,0 24,8
90 km/h 26,9 29,8
120 km/h 23,3 19,3
Al massimo 17,8 12,6
Autonomia col pieno    
120 km/h 291 290
Al massimo 222 189
Prezzo 4.500 5.525

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    29 Novembre 2021
    Tante le novità in casa SYM che a EICMA 2021 ha portato numerosi aggiornamenti dei suoi modelli più celebri. Cambia il maxi Maxsym 508 TL, così come il Joyride e il JEt X. Dulcis in fundo debutta il nuovo Husky ADV 150
  • News
    29 Novembre 2021
    Tante le novità allo stand Kymco che per il 2022 ha rinnovato i capisaldi della sua gamma a partire dall'Agility fino all'AK 550, ora disponibile anche in versione GT. Gradito ritorno anche per il Dink, proposto con una versione completamente rinnovata con motore 125
     
  • Scooter
    23 Novembre 2021
    Per eccellere nella sua categoria, di cui continua a rappresentare l’alternativa economicamente più allettante ma non meno “dotata”, mancava un tassello importante e sempre più richiesto: il controllo di trazione, che infatti è protagonista sul model year 2022 presentato al salone di Milano