PRIMI CONTATTI

Ducati 848/1198

La purosangue più abbordabile
La nuova 848 Evo Corse è l’ideale per chi vuole divertirsi in pista con una “vera” Ducati senza l’impegno delle grosse Superbike. Di serie offre il controllo di trazione DTC e il cambio elettronico DQS. Al posteriore c’è un mono Öhlins e il diametro dei dischi dell’impianto frenante anteriore sale a 330 mm. Prezzo interessante
€ 15.690
La purosangue più abbordabile
Se non fosse per la bella colorazione tricolore, questa sembrerebbe una “normale” 848. In realtà la Evo Corse offre una dotazione tecnica di serie analoga alla vecchia 1198 SP, compresi il controllo di trazione DTC regolabile su otto livelli d’intervento e il cambio elettronico DQS che permette di cambiare le marce senza usare la frizione e a “gas aperto”. Due sistemi che rendono efficacissima la piccola Ducati: in circuiti con molte curve si batte alla pari con concorrenti molto più potenti.
Il motore è il solito bicilindrico “Testastretta” di 849 cm3, con i coperchi delle teste in magnesio. Non cambia il classico telaio a traliccio in tubi di acciaio. Novità invece per la sospensione posteriore che vanta un monoammortizzatore Öhlins regolabile come la forcella Showa con steli di 43 mm. Anche l’impianto frenante Brembo può contare ora su pinze “monoblocco” e dischi di maggior diametro, 330 mm. La Evo Corse costa 15.690 euro: una cifra tutto sommato corretta, considerate le doti.


Come va

La posizione di guida è da sportiva, caricata sui polsi, ma lo spazio a bordo è sufficiente per piloti di ogni taglia. Il bicilindrico della 848 spinge forte sin dai bassi regimi, poi l’erogazione è lineare e progressiva fino al limitatore. Peso ridotto, ciclistica e sospensioni a punto (con una taratura che favorisce la guida sportiva) rendono la Evo agilissima in curva, fulminea nello scendere in piega ma sempre ben piantata e sicura, grazie al controllo di trazione e alla frizione antisaltellamento. Solo in pista si apprezza invece il cambio elettronico che permette di inserire le marce senza dover chiudere il comando del gas. Potente la frenata grazie alle nuove pinze “monoblocco” e ai dischi cresciuti a ben 330 mm di diametro.   

Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico 4 tempi
Cilindrata (cm3) 849,4
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza CV (kW)/giri 140(103)/10500
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 83
Interasse (cm) 143
Lunghezza (cm) 210
Peso (kg) 168
Pneumatico anteriore 120/70 - 17"
Pneumatico posteriore 180/55 - 17"
Capacità serbatoio (litri) 15,5
Riserva litri nd
-nessuno-
PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 13 Aprile 2017
    La nuova Café Racer è la più sportiva delle Scrambler. Ispirata alle moto dei giovani Rockers inglesi degli anni 60, sfoggia semimanubri in alluminio, tabelle portanumero, un'efficace pompa freno radiale, cerchi da 17" e pneumatici sportivi. Ha un motore brillante, è comoda e divertente da guidare. Prezzo... da Ducati
  • 18 Marzo 2017
    Si chiama SuperSport S, ma in realtà la nuova Ducati è una sport tourer bella da guidare e utilizzabile senza problemi tutti i giorni. In sella si sta comodi, la carenatura protegge in autostrada e grazie alla ciclistica a punto ci si diverte parecchio anche tra i cordoli
  • 16 Gennaio 2016
    La nuova Ducati Monster 1200 R è più comoda ed efficace rispetto alla 1200 S, ha prestazioni elevatissime e sfoggia particolari da superbike. In pista dimostra di essere una vera Ducati, efficace ma sempre ben gestibile, con un motore (Euro 4) fluido e capace di spingere con forza a tutti i regimi. Il cambio però va azionato con decisione e il prezzo è elevato
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
 
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI