NOVITA' MOTOCICLISMO

MXGP 2017, Neuquen: Gajser e Jonass alla riscossa in Argentina. Classifica e calendario

Mondiale motocross - È da poco terminato il terzo round della stagione e Gajser ha centrato due vittorie in MXGP, mentre Cairoli ha sbagliato le partenze e ha perso la tabella rossa di leader. In MX2 Pauls Jonass ha dettato legge sugli avversari in entrambe le manche 

MXGP 2017, Neuquen: Gajser e Jonass alla riscossa in Argentina. Classifica e calendario
Gajser e Jonass, i mattatori di Neuquen
Si è corsa e da poco conclusa la terza tappa del mondiale motocross,  in Argentina, a Neuquen. Il tracciato decisamente veloce ha visto correre e vincere, senza rivali, il campione del mondo MXGP, Tim Gajser. Nella prima manche lo sloveno  partito al comando e non si è lasciato intimidire dagli avversari, alle sue spalle Jeremy Van Horebeek e Clement Desalle. Caduta in partenza per Tony Cairoli, che ha rimontato fino alla nona posizione. Nella seconda manche l'holeshot lo ha segnato, così come in qualifica ieri, Glenn  Coldenhoff, dopodiché è stato al comando solo per alcuni giri Clement Desalle, che ha dovuto inchinarsi a Tim Gajser, decisamente più veloce. Lo sloveno ufficiale HRC si è infatti imposto, vincendo anche gara2, davanti al compagno di squadra Evgeny Bobrysjev e Jeremy Van Horebek, terzo. Partenza nuovamente sbagliata per Tony Cairoli, che è costretto a recuperare dalle retrovie, l'otto volte campione del mondo, consapevole dei punti persi, ha corso una manche in recupero, chiudendo quinto. Sul podio Gajser, Van Horebeek e Bobryshev, Gautier Paulin, quarto e quinto Romain Febvre. La tabella rossa di leader passa nelle mani di Tim Gajser, che con i suoi 106 punti comanda la classifica provvisoria MXGP, con 96, secondo, Tony Cairoli e con 91 Clement Desalle, terzo.
Nella MX2 Pauls Jonass non ha rivali, come dimostrato già ieri nella manche di qualifica, nonostante l'holeshot sia stato quello di Jorge Prado, il lettone di casa KTM è corso subito a prendere il comando, in gara1 alle sue spalle Benoit Paturel e Jorge Prado, in gara2 Jeremy Seewer è rimontato ed è riuscito a mettersi al secondo posto,  scartando Prado, terzo. Tutti e tre i tricolori italiani in MX2 sono risultati lontani dal gruppo di testa, solo Bernardini nella seconda manche è scattato bene al cancelletto, ma non è riuscito a mantenere il ritmo, concludendo il Gp di Argentina con un dodicesimo posto generale, nono Cervellin e diciassettesimo Ivo Monticelli. A podio quindi Jonass, Prado e Seewer, quest'ultimo rimane il leader con 110 punti, Jonass al momento ne tiene 107 e Paturel 104.
Si rimane in Sud America per il quarto round, che si terrà in Messico, a Leon, tra sole due settimane, il 2 aprile 2017.
Clicca qui per il calendario completo.

Clicca qui per la classifica piloti.
COMMENTI
Ritratto di 46 Luca 58
46 Luca 58 Ducati Multistrada 1200 Sport 2010
06 Ottobre 2012 ore 13:42
L'hornet mi ha lasciato un ottimo ricordo,maneggevole,comoda, motore non paragonabile alle altre due anche perche nella mia compagnia dell'epoca c'erano un fz6 e una gsr e li lasciavo indietro in accellerazione ripresa e allungo.. unico limite la forcella davanti è ben tarata ma messa alla frusta va in crisi,il modello successivo ha quelle regolabili...molto meglio. freno posteriore spugnoso non si capisce quando blocca.. per il resto ottima e indistruttibile..
Ritratto di cbr 600F
cbr 600F Suzuki GSR 600 Iron 2008-2010
07 Ottobre 2012 ore 19:28
prendi una hornet qualunque e vediamo se stai davanti alla mia GSR. E' originale, sono stati cambiati solo gli specchietti. Ricorda che il "Manico" fa la differenza, ma anche io ho avuto una hornet, ma la Suzuki è sempre la Suzuki. remember!!!!!!!!!!!!!!
Ritratto di 46 Luca 58
46 Luca 58 Ducati Multistrada 1200 Sport 2010
11 Ottobre 2012 ore 22:20
A fine pagina hanno messo i rilevamenti delle tre moto,li hai visti? ricordo la rabbia del mio amico quando si partiva da un semaforo,sul dritto non ci vuole il manico la potenza è potenza.. il manico si vede nelle curve. Spesso provavo anche la sua Gsr piu bella dell'hornet effettivamente,freno davanti cattivo dava l'idea di bloccare,motore potente ma fiacco ai medi, un po di effetto on off nelle aperture del gas, anche il Gsr è un'ottima moto ma anche il mio amico ammise che l'hornet aveva piu motore. che hornet hai avuto? quella a carburatore o il modello in iniezione?perche cambiano come il giorno e la notte..