NOVITA' MOTOCICLISMO

Marche, al via i bandi per la rete ciclabile

Con la pubblicazione dei bandi a giugno dovrebbero iniziare le assegnazioni e i finanziamenti per la realizzazione delle infrastrutture per il completamento della rete ciclabile regionale. La priorità è la conclusione della Ciclovia Adriatica, ma in cantiere ci sono altri percorsi turistici nell’entroterra come la ciclopedonale sul fiume Tronto, la Conero-Argentario e la Via Lauretana

Marche, al via i bandi per la rete ciclabile
Una rete per la mobilità quotidiana
A sei mesi dall’approvazione da parte della Giunta della Regione Marche del progetto per il completamento della rete ciclabile, arrivano finalmente i bandi per partecipare alla realizzazione delle infrastrutture necessarie. Entro giugno, infatti, l’amministrazione dovrebbe rilasciare i documenti per partecipare agli appalti che saranno finanziati dai Por Fesr 2014-2020, i Fondi europei di sviluppo regionale. Ai Comuni interessati verranno assegnati contributi in conto capitale per 4 milioni di euro, pari al 75% delle risorse necessarie per la costruzione delle opere di competenza. Un provvedimento che darà il via al completamento della rete a pedali, in particolare della Ciclovia Adriatica, un tratto lungo la costa di 169 km che si inserisce nel più ampio progetto per collegare Trieste a Santa Maria di Leuca, in Puglia. La parte marchigiana ha percorsi individuati già per il 50% e affianca per lo più la ferrovia favorendo integrazione intermodale bici-treno, ma con passaggi anche in importanti aeroporti e porti, come quello di Ancona. Una infrastruttura pensata per favorire il cicloturismo, ma pure per incrementare gli spostamenti quotidiani in bici in modo da ridurre traffico e inquinamento dell’aria. E un percorso fondamentale per raccordare le altre ciclabili dirette verso l’interno, come la ciclopedonale sul fiume Tronto che si inerpica per 131 km fino a sconfinare in Abruzzo per collegarsi in quella che dovrebbe essere la Bike to Coast, cioè la ciclovia che unisce Adriatico con il Mar Tirreno. Le risorse erogate saranno utilizzate pure per la realizzazione di itinerari tematici all’interno dei parchi o con finalità turistiche, come la Conero-Argentario o la Via Lauretana che porta fino a Roma.
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    19 Settembre 2017
    Alla terza edizione dei premi riservati a innovazione, design e tecnologia si impongono due bici cargo a pedalata assistita. Riconoscimenti anche all’e-bike Winora Nduro Tschugg, all’antifurto “invisibile” di Sherlock, alle luci VizyLight e a quattro caschi. I premi Green vanno invece a Esosport bike e Garba Mountainbike
  • Green Planet
    16 Settembre 2017
    Il sistema elettrico italiano presentato lo scorso anno alla rassegna veneta torna in Fiera montato sulle bici a pedalata assistita di tre noti marchi artigianali nazionali, Avio Bike, Bikel e FM Bike. Tra bici da corsa, urban, gravel e MTB sono sette modelli esposti a Verona con in comune il motore da 70 Nm e le batterie da 50 Wh integrate nel tubo obliquo
  • Green Planet
    15 Settembre 2017
    Tra i 43 Award assegnati alla fiera tedesca, molti riguardano accessori e componenti sviluppati per i possessori di bici a pedalata assistita, come i caschi di Livall, BBB Cycling e Giro e i sistemi di illuminazione di Supernova e Eurorad. A conquistare un Gold Award invece è il nuovo cambio di Rohloff a 14 velocità che integra la funzione E-Shift di Bosch