NOVITA' MOTOCICLISMO

Le e-bike hanno fatto “boom”

Nel 2016 le vendite di bici a pedalata assistita sono più che raddoppiate, portando il totale delle consegne a 124.400 unità. Una svolta che allinea l’Italia con gli altri mercati europei e che segna note positive anche sul fronte della produzione nazionale e delle esportazioni. L’andamento positivo dovrebbe proseguire nel 2017, grazie alle e-MTB e ai nuovi sistemi made in Italy

Le e-bike hanno fatto “boom”
Ora sono il 7,4% del mercato
Atteso da anni, il boom del mercato nazionale delle bici a pedalata assistita è finalmente arrivato allineando il trend italiano a quello degli altri paesi europei. Nel 2016 le consegne di e-bike hanno fatto registrare un aumento del 121,3% portando il totale del venduto dalle 56.200 unità del 2015 alle 124.400 dell’anno scorso. Un successo che ha contribuito a mantenere positivo il dato complessivo del mercato della bicicletta della Penisola, chiuso con un +1,6% malgrado il calo registrato dai cicli tradizionali, in discesa del 2,6% contro una riduzione dell’8-9% registrata in Europa. Un’evoluzione che eleva la percentuale delle bici elettriche in Italia dal 3,5 al 7,4%. A crescere sono pure la produzione nazionale di e-bike, passata in un anno da 16.800 a 23.600 (+40,5%), e le esportazioni di modelli a batterie, ferme a 3.400 unità nel 2015 e arrivate a 8.000 esemplari nel 2016 (+135,3%). Malgrado l’aumento della capacità produttiva interna, le importazioni sono sempre più sostanziose: 108.800 contro le 43.700 del 2015 con un +148,9. Un dato, quest’ultimo, che secondo i responsabili di Ancma, fa presupporre un’ulteriore crescita delle vendite nel corso del 2017. “Nel quarto trimestre del 2016”, spiegano i dirigenti dell’associazione del ciclo, “abbiamo importato un numero di bici elettriche (40.800) quasi uguale a quello dei primi 9 mesi (60.000) del 2016. Segno che si è venduto parecchio nel 2016 ma che molto di quanto importato nel 2016 sarà venduto nel 2017”. Altro elemento positivo riscontrato è il consolidamento della filiera made in Italy come capacità di assemblaggio e, soprattutto, per la produzione di motori e componentistica elettrica ed elettronica brevettata. Un elemento che dovrebbe contribuire all’ascesa dell’economia nazionale (la bilancia commerciale del settore è in attivo di 66 milioni di euro) e favorire le esportazioni con risultati visibili soprattutto nei prossimi anni, considerato che molte soluzioni sono nuove, come il kit Polini o il sistema AM80 di Atala, e che a breve si inaugura a Bologna la fabbrica della Five pensata per la costruzione di cicli elettrici. Le ragioni del successo delle e-bike sono molteplici. Oltre alle qualità intrinseche delle bici a pedalata assistita (maggiore velocità di spostamento, minore fatica, ecc.), a segnare l’ascesa è la forte richiesta di mountain bike elettriche, che rendono accessibile l’offraod anche ai ciclisti che non si possono permettere un allenamento adeguato, nonché la riduzione degli ingombri di motore e batterie e la loro e la integrazione di nei telai con conseguente miglioramento estetico. Un contributo arriva pure dalla riduzione del rischio furto in quanto la possibilità di togliere computer e accumulatori rende i modelli inutilizzabili a meno di spendere qualche centinaia di euro per l’acquisto di una batteria. Dai rilevamenti Ancma emerge, infine, che gli acquisti di e-bike avvengono soprattutto presso i rivenditori specializzati, mentre la grande distribuzione non appare ancora pronta a fornire adeguata assistenza e servizi post vendita efficienti. 
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    21 Luglio 2017
    La Fiab, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ha istituito un nuovo riconoscimento per premiare le amministrazioni locali più attive nel favorire l’uso della bici per gli spostamenti quotidiani e per il turismo. Alle città aderenti saranno assegnate da una a cinque bandiere con “bike-smile” in base al numero di requisiti ottenuti nelle quattro aree previste, cicloturismo, infrastrutture urbane, governance e comunicazione
  • Green Planet
    16 Luglio 2017
    Fino al 23 agosto nella località balneare della Sardegna si potranno effettuare test ride gratuiti della bici a pedalata assistita firmata Piaggio. Un’opportunità per scoprire le diverse versioni della e-bike di Pontedera, gli accessori per personalizzarla e le sue sofisticate caratteristiche tecniche. Le prove si prenotano presso il Temporary Store Piaggio sulla passeggiata
  • Green Planet
    13 Luglio 2017
    Le linee sono ispirate alle special concepite da Go Takamine, ma l’anima è elettrica con motore da 1000 W nel mozzo della ruota posteriore. Ha freni a disco, luci a Led, forcella ammortizzata e display a colori. Sarà in vendita dal prossimo autunno a 3.000 dollari